Do You Speak Chioggiotto?

Rifiuti, il Progetto Laguna Pulita usa anche il drone per scegliere le zone in cui intervenire

Scritto da il 22 febbraio 2021 alle 13:02
151266664_753908661931608_3763280734269269436_o

Da alcuni anni il progetto Laguna Pulita è tra i più attivi in città per promuovere iniziative di pulizia dei litorali e sensibilizzazione sul tema dell’ambiente. Il promotore è Nino Gobetti che spiega: “La sensazione che si prova dopo la raccolta della plastica, è indescrivibile. Sentirsi utili per la natura, che ci regala ogni giorno tante meraviglie, è un’esperienza da provare e da estendere il più possibile”.

Buona volontà, impegno, investimento del proprio tempo (anche nel weekend) sono la base per la buona riuscita di questo programma di solidarietà. Nino Gobbetti ha lanciato un’idea che si chiama “I clean the sea for you”: permette a chi non può presenziare alle raccolte (per motivi legati al lavoro o logistici), di contribuire ugualmente con una donazione, in cambio della raccolta di un sacco di plastica. Con il ricavato, l’intenzione è di acquistare un’imbarcazione attrezzata con una sorta di “rastrello” montato a prua per arrivare in zone non accessibili a piedi.

149331898_750442135611594_8615208658120461065_o

I volontari oltre al loro tempo mettono a disposizione anche le proprie competenze: negli ultimi giorni ad esempio viene utilizzato anche un drone che consente di monitorare ed ispezionare dall’alto le zone più compromesse dai rifiuti. “Le foto ed i video raccolti – spiega Giulia Battanello – opportunamente georeferenziati, ci forniscono preziose informazioni sulle zone più problematiche e sulla loro precisa posizione. Questo permette di organizzare un intervento mirato, minimizzando costi ed ottimizzando il risultato.

Diverse zone di Chioggia, soprattutto le sacche, ospitano il 15% della plastica che galleggia e che è possibile raccattare. Il restante 85% si deposita e resta intrappolato nei fondali e non si può raccogliere, se non con l’ausilio di attrezzature ad hoc. Quella piccola percentuale che resta a galla, con l’aiuto del vento, si accumula e viene raccolta a mano dai volontari che appoggiano da anni questo progetto.
Non manca da parte dei volontari una critica all’amministrazione pubblica: “A Chioggia le istituzioni sono completamente assenti. Inizialmente veniva concessa una forma simbolica di adesione ed una manifestazione di apprezzamento, che si può riassumere in un’unica parola: patrocinio. Nella pratica questa misura non rappresenta nessuna utilità sotto il punto di vista.
dello scopo del progetto: la pulizia della laguna dai rifiuti plastici. Al momento, causa Covid, non viene concesso nemmeno questo patrocinio perché ci sono delle clausole che impediscono l’organizzazione delle raccolte, in quanto manifestazioni pubbliche”.

152170294_753908721931602_6906823669499977004_o

Autore: ChioggiaTV

ChioggiaTV nasce nell’estate del 2009 come webtv che racconta tutto ciò che di bello accade in città. L’esperienza nel campo della comunicazione di Gianni Nardo, speaker storico e direttore artistico di Radio Bcs, e le competenze tecniche nella realizzazione di immagini e video di Daniele Monaro e Giovanni Rubin (ex Fotografica) si fondono e danno vita ad un prodotto locale nuovo, moderno[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *