Do You Speak Chioggiotto?

Aggiornate le mappe sismiche in Veneto, 11 i comuni nella fascia di maggio rischio

Scritto da il 20 gennaio 2021 alle 20:01
terremoto_1

Sono undici i comuni nella fascia di maggior rischio sismico del Veneto e si trovano nelle province di Belluno e Treviso.

A Treviso  sono: Vittorio Veneto, Tarzo, Revine Lago e Fregona. Nella provincia di Belluno sono invece: Alpago, Chies d’Alpago, Valbelluna, Tambre, Ponte nelle Alpi, Limana e la stessa Belluno.

La Giunta regionale, su proposta della vicepresidente e assessore ai lavori pubblici, Elisa De Berti, ha approvato una delibera di aggiornamento dell’elenco delle zone sismiche regionali. Il territorio viene così suddiviso in tre zone, una in meno rispetto all’attuale sistema di classificazione.

Per quanto riguarda Chioggia si trova nella fascia di minor rischio.

«Questa suddivisione – ha spiegato De Berti – oltre a essere indispensabile per organizzare adeguatamente la prevenzione del rischio sismico, è rilevante per gli aspetti amministrativi previsti dalla vigente normativa che disciplina l’attività edificatoria e per l’applicazione dei benefici derivanti dall’incentivazione fiscale finalizzata alla riduzione del rischio sismico delle costruzioni esistenti».

La deliberazione di aggiornamento delle zone sismiche passa ora all’esame della competente Commissione consiliare di palazzo Ferro Fini per il relativo parere. La nuova classificazione, quindi, entrerà in vigore dopo 30 giorni dalla data di pubblicazione sul Bollettino ufficiale regionale del provvedimento.

sismografo-sciame-sisma-terremoto-800_times_600

 

Autore: ChioggiaTV

ChioggiaTV nasce nell’estate del 2009 come webtv che racconta tutto ciò che di bello accade in città. L’esperienza nel campo della comunicazione di Gianni Nardo, speaker storico e direttore artistico di Radio Bcs, e le competenze tecniche nella realizzazione di immagini e video di Daniele Monaro e Giovanni Rubin (ex Fotografica) si fondono e danno vita ad un prodotto locale nuovo, moderno[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *