Do You Speak Chioggiotto?

“Confessioni di un Neet” di Sandro Frizziero tra i semifinalisti del premio John Fante 2019

Scritto da il 15 maggio 2019 alle 11:05
sandro frizziero

“Confessioni di un Neet”, romanzo scritto dal giovane autore chioggiotto Sandro Frizziero, è tra i semifinalisti del prestigioso premio John Fante 2019.

Lo fa sapere lo stesso Frizziero attraverso la sua pagina facebook: “In attesa di sapere se sarò tra i 3 finalisti, rivolgo un ringraziamento particolare ai gruppi di lettura che hanno visto qualcosa di buono nel mio romanzo. Ora incrociamo le dita!”

I tre finalisti saranno annunciati il prossimo 1° luglio presso La Casa delle Letterature di Roma, nell’ambito del festival Letterature, Festival Internazionale di Roma.


Con l’acronimo NEET (Not in Education, Employment or Training) si comprendono i giovani che non studiano, non lavorano né sono impegnati in attività di formazione. Il NEET protagonista di questo libro vive proprio a Chioggia, in casa dei genitori o meglio in una stanza della casa dalla quale esce solo spinto dai bisogni fisiologici, dalle ramanzine del padre o dalla pasta al forno della madre. Il grosso della giornata lo passa tra letto e computer in compagnia di Asia e Nina, due gatte oltremodo schiette, che non si astengono da aspre critiche nei confronti del loro “padrone”.

La sua unica finestra sul mondo è Facebook, in cui, come crede, un NEET intelligente può destreggiarsi ingannando abilmente gli altri, vittime della loro stessa ignoranza e protesi unicamente al soddisfacimento di desideri creati a tavolino da qualche multinazionale californiana. Una satira feroce della società contemporanea.


sandro frizziero

Autore: ChioggiaTV

ChioggiaTV nasce nell’estate del 2009 come webtv che racconta tutto ciò che di bello accade in città. L’esperienza nel campo della comunicazione di Gianni Nardo, speaker storico e direttore artistico di Radio Bcs, e le competenze tecniche nella realizzazione di immagini e video di Daniele Monaro e Giovanni Rubin (ex Fotografica) si fondono e danno vita ad un prodotto locale nuovo, moderno[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *