Do You Speak Chioggiotto?

Ponte sul Brenta, nove mesi di lavori, si parte a metà maggio

Scritto da il 20 aprile 2019 alle 11:04
071Brenta

C’è stato mercoledì 17 aprile a Mestre l’incontro tra i rappresentanti dell’amministrazione locale e i rappresentanti di Anas per discutere i particolari degli interventi al Ponte sul Brenta. Presenti il Sindaco di Chioggia Alessandro Ferro, il Presidente del Consiglio Comunale Endri Bullo, l’Assessore ai Lavori Pubblici Alessandra Penzo e la consigliera comunale Marcellina Segantin. Per Anas  invece c’era l’Ing. Gabriella Manginelli, Capo Compartimento della Viabilità per il Veneto Anas Spa.

«A seguito delle ispezioni infrastrutturali realizzate da Anas dal 9 al 12 aprile – spiega il Sindaco Alessandro Ferro – l’azienda ci ha comunicato che il cantiere per la manutenzione del ponte sul Brenta prenderà il via intorno alla metà di maggio e avrà una durata di circa nove mesi. I lavori saranno suddivisi in tre fasi e, come avevamo chiesto, nonostante il restringimento della carreggiata verrà garantito il transito dei veicoli nei due sensi di marcia. Ringraziamo Anas di aver recepito le nostre osservazioni: mantenendo i due sensi di marcia le problematiche legate al traffico saranno quanto più possibile ridotte».

«Nei mesi di luglio e agosto – aggiunge l’Assessore ai Lavori Pubblici Alessandra Penzo – gli interventi di Anas riguarderanno le capriate del ponte e non il manto stradale, questo per non creare ulteriori disagi nel periodo di massima affluenza turistica».

Una volta terminati i lavori di manutenzione del ponte sul Brenta, Anas attiverà il cantiere del ponte sull’Adige.

Autore: ChioggiaTV

ChioggiaTV nasce nell’estate del 2009 come webtv che racconta tutto ciò che di bello accade in città. L’esperienza nel campo della comunicazione di Gianni Nardo, speaker storico e direttore artistico di Radio Bcs, e le competenze tecniche nella realizzazione di immagini e video di Daniele Monaro e Giovanni Rubin (ex Fotografica) si fondono e danno vita ad un prodotto locale nuovo, moderno[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *