Do You Speak Chioggiotto?

Forte San Felice, 850 visitatori lo hanno visitato nel fine settimana

Scritto da il 25 marzo 2019 alle 22:03
fioritura

850 visitatori in due giorni per il Forte San Felice in occasione delle Giornate di Primavera del FAI.  Sabato 23 e domenica mattina 24 marzo si è replicato il grande successo dell’anno scorso con visitatori provenienti da tutto il Veneto, ma anche dal Trentino, dal Friuli, dalla Lombardia e dall’Emilia. Nel totale ben il 75% proveniva da fuori Chioggia.

Protagonisti attivi nella guida alla scoperta del Forte sono stati gli studenti – ciceroni dell’indirizzo turistico dell’Istituto Cestari, preparati con passione dalla prof.ssa Bordone col sostegno del Comitato Forte  San Felice. Hanno superato brillantemente la prova, con grande apprezzamento da parte di tutti i visitatori.

Molto apprezzata dai visitatori la possibilità di salire, al termine della visita, sopra il belvedere realizzato liberando dalla vegetazione infestante un piccolo tratto di bastione dove è stato possibile godere di un panorama mozzafiato.

belvedere con cartello illustrativoLa complessa organizzazione delle due giornate è stata sostenuta dal Comitato Forte San Felice insieme ad alcuni Giovani del FAI di Venezia. Al regolare svolgimento dell’evento hanno contribuito i  volontari sia della Protezione Civile che della Croce Rossa Italiana. L’organizzazione ringrazia anche il Comando MARIFARI di Venezia che ha autorizzato lo svolgersi dell’iniziativa e in particolare il farista Nordio Diego, che cura in modo impeccabile i percorsi di visita

Ecco le date per le prossime visite: 11 maggio, 5 giugno, 6 luglio, 7 e 21 settembre.

al banchetto con barbini

Autore: ChioggiaTV

ChioggiaTV nasce nell’estate del 2009 come webtv che racconta tutto ciò che di bello accade in città. L’esperienza nel campo della comunicazione di Gianni Nardo, speaker storico e direttore artistico di Radio Bcs, e le competenze tecniche nella realizzazione di immagini e video di Daniele Monaro e Giovanni Rubin (ex Fotografica) si fondono e danno vita ad un prodotto locale nuovo, moderno[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *