Do You Speak Chioggiotto?

7 milioni per la città: sicurezza, manutenzione ponti e strade e ZTL in programma

Scritto da il 13 novembre 2018 alle 13:11
asfaltatura

Sono circa 7 milioni di euro quelli che l’Amministrazione Comunale clodiense riuscirà ad impegnare entro i primi di dicembre, quando la ragioneria chiuderà il bilancio di fine anno. Si ricorda che sono 4,5 milioni i fondi della Legge Speciale arrivati nei mesi scorsi (1,5 milioni a luglio in riferimento all’anno 2018 e 3 milioni per gli anni 2016 e 2017), che hanno dei vincoli di utilizzo ben specifici, come la realizzazione di opere di urbanizzazione primaria nonché la sistemazione di ponti, canali e fondamenta di competenza comunale; mentre circa 39 milioni, che già erano nelle casse dell’Ente, sono stati resi disponibili ad ottobre grazie allo sblocco dell’avanzo di amministrazione.

Come è noto gli enti locali solo dallo scorso ottobre possono utilizzare liberamente l’avanzo di amministrazione per finanziare gli investimenti. Ma, per il momento, solo per il 2018 con la speranza fondata che anche il prossimo anno i fondi siano disponibili.

«È un grande privilegio poter disporre di questo tesoretto per ricostruire la città – commenta il sindaco Alessandro Ferro, che è il referente anche per la Legge Speciale – anche se è impossibile impegnare più di quaranta milioni in un paio di mesi. In ogni caso non abbiamo perso tempo, potenziando in molti casi degli interventi già previsti; mentre per il 2019, se i fondi saranno ancora svincolati come ci auguriamo, avremo più tempo per mettere in campo una progettualità più partecipata, anche se in questi due anni di amministrazione non ci siamo mai sottratti al confronto con la città e con le associazioni di categoria».

Alcune delle maggiori progettualità 2018. 2,3 milioni per anticipare il progetto denominato “RE.MO.VE” (Recupero periferie, mobilità sostenibile per la Città metropolitana di Venezia) che a Chioggia riguarda interventi di miglioramento della sicurezza territoriale con potenziamento illuminazione led e videosorveglianza; 2,1 milioni per il restauro dei ponti; 1,5 milioni per la manutenzione straordinaria delle strade; 1 milione per il restauro dell’ex scuola “Cini” come da accordi di programma con l’Università di Padova; 250 mila euro per l’istituzione della ZTL; 100 mila euro per il sollevamento delle acque bianche nei sottopassi e poi manutenzione per le scuole, il nuovo telo della pescheria al minuto e il ripristino dei bagni pubblici.

Bozza di interventi da finanziare dal 2019. In occasione della commissione consiliare sull’avanzo di amministrazione di ieri, lunedì 12 novembre, si è anticipata inoltre una prima bozza di lista di opere, come ad esempio: lo spostamento del mercato ittico; la progettazione e la ricostruzione del nuovo ponte della Fossetta; il rifacimento di alcune calli nel centro storico di Sottomarina; il completamento del Teatro Astra in centro storico; la realizzazione di un Hospice; nuovi alloggi di edilizia residenziale pubblica (ERP); l’acquisto del Kursaal, il bando per la ristrutturazione dei negozi di Riva Vena e la realizzazione della strada degli orti.

«Questa anticipazione di progettualità per il 2019 sarà oggetto di approfondimenti – conclude il sindaco Alessandro Ferro – di concertazione e di verifica anche con gli uffici. Seguiremo tutti gli iter per dare una svolta positiva alla nostra città».

Autore: Admin

[...]

Leggi il resto su .

Un commento

  1. Genny

    13 novembre 2018 at 23:03

    E l’obrobio “la barca” davanti all’ospedale rimarrà così ???

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *