Do You Speak Chioggiotto?

Lotta all’abusivismo, altri 1800 articoli sequestrati

Scritto da il 10 agosto 2018 alle 13:08
abusivi 2014

Continua anche nei giorni più caldi dell’estate la lotta ai venditori abusivi. La Polizia Locale di Chioggia ha svolto interventi finalizzati alla repressione del fenomeno sia mercoledì scorso, in spiaggia, che ieri (giovedì), in questo caso congiuntamente ai militari della Guardia di Finanza di Chioggia, nel pomeriggio in spiaggia e nella tarda sera nel Lungomare di Sottomarina. Nel corso di questi ultimi interventi sono stati sequestrati ben 1800 articoli.

Dall’inizio della stagione turistica, il “bollettino” dei servizi attesta che sono già stati sottratti al mercato illegale 13.500 pezzi venduti in assenza delle prescritte autorizzazioni commerciali, in occasione di 48 distinti sequestri, pari a 80 sacchi e 5.000 kg di merce.

Sempre in questa stagione balneare sono state inoltre contestate sia nell’area della spiaggia che nelle zone immediatamente adiacenti nonché sul resto del territorio, 79 violazioni amministrative per infrazioni di vario genere: alle normative commerciali e sanitarie (sulla vendita di alimenti e bevande, orari, rumori, ecc), demaniali (occupazione di aree demaniali con senza autorizzazione o soste in aree demaniali).

«Il problema dell’abusivismo commerciale è da sempre caro alla nostra amministrazione – commenta il sindaco Alessandro Ferro -, ci stiamo adoperando al fine di assicurare a residenti e turisti serenità e sicurezza e contribuire a rendere in tal modo l’offerta turistica la migliore possibile.

Note
Foto repertorio

Autore: ChioggiaTV

ChioggiaTV nasce nell’estate del 2009 come webtv che racconta tutto ciò che di bello accade in città. L’esperienza nel campo della comunicazione di Gianni Nardo, speaker storico e direttore artistico di Radio Bcs, e le competenze tecniche nella realizzazione di immagini e video di Daniele Monaro e Giovanni Rubin (ex Fotografica) si fondono e danno vita ad un prodotto locale nuovo, moderno[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *