Do You Speak Chioggiotto?

Al Don Bosco il cartoon “È arrivato il broncio”

Scritto da il 10 marzo 2018 alle 11:03
earrivatoilbroncio

Per un ragazzino riservato come Terry, trascorrere le vacanze estive nello straordinario parco divertimenti della nonna Mary, era un’esperienza incredibile. Ora che però la nonna non c’è più, il parco rischia di chiudere. Ma tutto cambia quando, grazie a una magia, Terry raggiunge un vero regno incantato, molto lontano però da quello descritto nei racconti della nonna. Broncio, un mago brontolone, ha infatti lanciato un sortilegio nel paese rendendo tutti tristi e sconsolati. Riuscirà Terry a risolvere la situazione e tornare a casa? Per farlo, dovrà attraversare il Regno alla ricerca di una formula magica che possa ridare a tutti la felicità, aiutare una principessa e sconfiggere strane creature fantastiche.


ORARI

  • Sabato 10 Marzo 16:30
  • Domenica 11 Marzo 15:00 & 17:30

Autore: ChioggiaTV

ChioggiaTV nasce nell’estate del 2009 come webtv che racconta tutto ciò che di bello accade in città. L’esperienza nel campo della comunicazione di Gianni Nardo, speaker storico e direttore artistico di Radio Bcs, e le competenze tecniche nella realizzazione di immagini e video di Daniele Monaro e Giovanni Rubin (ex Fotografica) si fondono e danno vita ad un prodotto locale nuovo, moderno[...]

Leggi il resto su .

Un commento

  1. Intertransit

    12 marzo 2018 at 21:41

    I”ve been waiting for that too. Terry has been respectful of this guy”s clients (Terry is such a class act) but I find it pretty gross none of them have dumped Venit especially the ones who are in demand and probably have their choice of other agents. I”m sorry for Terry that the legal path here isn”t happening, but what he did, speaking out and refusing to be silenced, has helped more people than he”ll ever know. I think he opened the door for more male victims to come forward, and by sharing all that has been done to silence him, he”s put a big bright spotlight on a lot of people. Report this comment as spam or abuse

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *