Do You Speak Chioggiotto?

Chioggia: 189 “capanni” irregolari a rischio multe, ma si può accedere al condono catastale

Scritto da il 5 dicembre 2017 alle 23:12
capanno

Sono 189 a Chioggia i fabbricati rurali ancora non dichiarati al catasto urbano  che rischiano multe elevate. Se le posizioni non verranno sanate entro il 31 dicembre 2017, gli imprenditori agricoli interessati saranno costretti a pagare una multa con un importo variabile tra i 1.032 e gli 8.264 euro.

Per facilitare gli imprenditori ad accedere al condono catastale, visti i tempi stretti e le tortuosità burocratiche, il collegio dei Geometri e dei Geometri laureati della provincia di Venezia mette a disposizione degli imprenditori la propria assistenza professionale.

Per beneficiare del ravvedimento operoso e della riduzione delle sanzioni fino ad 1/6 del minimo sarà necessario rispondere all’avviso bonario che l’Agenzia delle Entrate sta inviando a tutti i proprietari di fabbricati, presentare l’atto di aggiornamento cartografico (Pregeo) e la dichiarazione di aggiornamento del catasto fabbricati (Docfa), predisposti da un professionista tecnico abilitato.
“Le difficoltà dell’espletamento delle pratiche burocratiche potrebbe indurre al pagamento di sanzioni molto elevate, se gli imprenditori si affidassero al ‘fai da te’ – spiega il presidente del collegio veneziano dei Geometri e dei Geometri laureati, Paolo Biscaro -. Per questo, mettiamo a disposizione la nostra esperienza per aiutarli a trovare la soluzione più consona, offrendo un servizio di consulenza tecnica, sopralluogo e monitoraggio”.

Autore: ChioggiaTV

ChioggiaTV nasce nell’estate del 2009 come webtv che racconta tutto ciò che di bello accade in città. L’esperienza nel campo della comunicazione di Gianni Nardo, speaker storico e direttore artistico di Radio Bcs, e le competenze tecniche nella realizzazione di immagini e video di Daniele Monaro e Giovanni Rubin (ex Fotografica) si fondono e danno vita ad un prodotto locale nuovo, moderno[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *