Do You Speak Chioggiotto?

“Piccolo dizionario delle malattie letterarie”. Marco Rossari a Chioggia per CELiBRI – scrittori dal vivo alla Sabbadino

Scritto da il 24 febbraio 2016 alle 09:02
celibri. Rassegna letteraria a Chioggia

Secondo appuntamento con la terza edizione CELiBRI – scrittori dal vivo alla Sabbadino.

Sabato 27 febbraio alle ore 18 presso la Sala Espositiva del Museo Civico della Laguna Sud di Chioggia, Marco Rossari presenta Piccolo dizionario delle malattie letterarie. Rassegna a cura di Stefano Spagnolo.

Voce dopo voce,
scopriremo il nostro
grado di affezione
e se il morbo letterario
sia davvero mortale.

Marco Rossari scrive di sé: «Scrittore, traduttore, lettore. Ho scribacchiato per “Wired”, “Corriere della Sera”, “IL” (il magazine del Sole24Ore), “pagina99”, “Rivista Studio”, “Il Riformista”, “Il primo amore” e perfino “Liberazione”. Ho tradotto romanzi, saggi, memoir, poesie, liste della spesa per Einaudi, Adelphi, Mondadori, Neri Pozza, Isbn, Giano, Nutrimenti, Fazi, Rizzoli, Frassinelli, Baldini&Castoldi, Archinto, 66thand2nd, Giunti, Fandango, Gaffi e qualche altra oscura casa editrice. Tra gli autori tradotti: Percival Everett, Mark Twain, T.S. Eliot, David Benioff, Gertrude Stein, Hunter S. Thompson, James M. Cain, Iain Sinclair, Patrick DeWitt, John Niven, Stephen Fry e perfino Nathan Zuckerman. Ho pubblicato Perso l’amore (non resta che bere) (Fernandel 2003), Invano veritas (e/o 2004) e L’amore in bocca (Fernandel 2007). Ma salvo solo qualche pagina qui e là. Il mio libro più recente, prima del Piccolo dizionario delle malattie letterarie, si intitola L’unico scrittore buono è quello morto (edizioni e/o).»

 Ingresso libero.

Autore: ChioggiaTV

ChioggiaTV nasce nell’estate del 2009 come webtv che racconta tutto ciò che di bello accade in città. L’esperienza nel campo della comunicazione di Gianni Nardo, speaker storico e direttore artistico di Radio Bcs, e le competenze tecniche nella realizzazione di immagini e video di Daniele Monaro e Giovanni Rubin (ex Fotografica) si fondono e danno vita ad un prodotto locale nuovo, moderno[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *