Do You Speak Chioggiotto?

Piano particolareggiato dei centri storici, prosegue l’iter

Scritto da il 18 maggio 2015 alle 15:05
chioggia e sottomarina

Ulteriore passo avanti nell’iter per l’approvazione del piano particolareggiato dei centri storici di Chioggia e Sottomarina. In questi giorni la Giunta comunale ha approvato le controdeduzioni alle osservazioni del piano che ora dovrà ricevere i pareri sia della Salvaguardia che della commissione di Valutazione Ambientale Strategica. Il piano dovrà infine essere votato in Giunta, presumibilmente entro la fine dell’estate.

Tra le più novità più importanti che verranno introdotte, la possibilità di ampliamento sia in altezza che in aderenza degli edifici (vengono esclusi il centro storico riconosciuto – Chioggia – e alcune zone di Sottomarina), la possibilità di frazionare o fondere le unità immobiliari, la possibilità di realizzare abbaini e altane, la possibilità di realizzare nuove aperture e la possibilità di realizzare garage al piano terra di pertinenza alle abitazioni .

“Siamo di fronte ad un passo importante per la valorizzazione urbanistica dei nostri centri. Il Piano infatti è uno strumento importantissimo che permette un ripensamento delle relazioni tra conservazione dei tessuti storici e trasformazioni indotte dell’ emergere dei nuovi stili di vita – spiega il sindaco Giuseppe Casson –  Il ruolo di centro storico viene riconfigurato rispetto all’intero territorio comunale. Vengono introdotte politiche di riqualificazione spaziale e azioni per il potenziamento delle attività economiche”.

Il Piano si propone di conservare il patrimonio edilizio storico architettonico, artistico e culturale, come  presupposto per la salvaguardia della memoria della nostra civiltà e per il mantenimento e l’incremento del valore economico intrinseco dello stesso; promuovere interventi di riqualificazione urbana ed ambientale dei centri storici, quale unico metodo di sviluppo sostenibile e condizione di fruibilità di luoghi di riconosciuto valore inestimabile; conservare la peculiarità della struttura sociale; attuare politiche urbane finalizzate ad evitare il fenomeno della fuga dei residenti dai nuclei antichi; avviare azioni incentivanti a favore dei settori produttivi tradizionali;  riorganizzare e rivitalizzare la rete commerciale di vendita nei centri storici; utilizzare i centri storici come volano per uno sviluppo alternativo del settore del turismo.

Chioggia viene interpretata come centro storico riconosciuto ossia come ambito connotato dal permanere di una morfologia dell’impianto urbano, di caratteri tipologici ed edilizi, di principi insediativi  e di una struttura e configurazione degli spazi aperti la cui matrice storica appare ancora chiaramente leggibile

Il caso di Sottomarina si configura come città consolidata ciò che appare dotato di un più elevato livello di permanenza è la struttura  morfologica del tessuto urbano, connotato dalla presenza di strette calli in passato di proprietà di un’unica o poche famiglie, mentre le unità edilizie appaiono caratterizzate da un grado elevato di trasformazione, che rende difficile la promozione di azioni di tutela tese a una riconduzione di “prototipi storici”. i profondi mutamenti intervenuti nell’assetto sociale rendono inoltre la prossimità di spazi ed abitazioni una condizione non sempre compatibile con l’emergere di una crescente domanda di comfort.

I quartieri Tombola e San Francesco possono essere interpretati come l’esito di un progetto rimasto incompiuto, come “città del moderno” in attesa di completamento.

Le unità edilizie storiche localizzate nelle località Sant’Anna, Cavanella d’ Adige, Magnasutti, si configurano infine come “insediamenti antichi minori”  che sono tracce di una cultura e tradizione architettonica diffuse che si intende promuovere e conservare.

Le osservazioni relative al Piano, pervenute al Settore Urbanistica, sono state  per la maggior parte accolte. Le nuove possibilità che verranno introdotte saranno comunque correlate all’importanza degli edifici, dalla loro classificazione e dalla collocazione delle singole unità (centro storico riconosciuto, città consolidata, città del moderno, insediamenti antichi minori).

Note
 

Autore: ChioggiaTV

ChioggiaTV nasce nell’estate del 2009 come webtv che racconta tutto ciò che di bello accade in città. L’esperienza nel campo della comunicazione di Gianni Nardo, speaker storico e direttore artistico di Radio Bcs, e le competenze tecniche nella realizzazione di immagini e video di Daniele Monaro e Giovanni Rubin (ex Fotografica) si fondono e danno vita ad un prodotto locale nuovo, moderno[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *