Do You Speak Chioggiotto?

In arrivo l’autovelox a Sant’Anna

Scritto da il 13 febbraio 2015 alle 12:02
autovelox

Autovelox finalmente a Sant’Anna.

Il Prefetto di Venezia, con proprio decreto dello scorso 9 febbraio, ha esteso alla parte della S.S. Romea posta a sud del Comune di Chioggia la possibilità di installare ed utilizzare dispositivi e mezzi tecnici di controllo del traffico finalizzati al rilevamento a distanza della velocità.

I tratti interessati sono i seguenti: dal Km. 84+500 al Km. 88+000 in direzione Ravenna; dal km. 83+000 al Km 86+600 in direzione Venezia. Entrambi i segmenti non includono la parte di statale corrispondente al centro abitato di Sant’Anna ma riguardano percorsi posti a nord del limite del centro abitato.

Dal 2002 il Comune di Chioggia, raccogliendo le giustificate istanze della popolazione di Sant’Anna, ha richiesto a più riprese l’installazione di sistemi elettronici di rilevazione della velocità: troppo il sangue versato da tanti nostri concittadini e non solo in quel tratto della S.S. Romea, tra i più pericolosi dell’intera Italia. La vicenda è stata seguita personalmente, sin dal suo insediamento, dal Sindaco Giuseppe Casson, che in numerosi incontri presso la Prefettura, la Polstrada e l’ANAS, ha rappresentato la necessità di dare risposte ad un territorio che reclamava solo maggiore sicurezza e che in troppe occasioni aveva visto morire i propri congiunti, gli amici più cari o anche semplici conoscenti.

Ora verranno attivate le necessarie procedure amministrative per provvedere quanto prima all’installazione dei sistemi predetti, finalmente autorizzati dalla Prefettura di Venezia.

Il sindaco Giuseppe Casson: “Sono estremamente soddisfatto per l’importante risultato raggiunto, tanto atteso dalla comunità di Sant’Anna. Sul tema della sicurezza stradale, di centrale importanza, ho ritenuto necessario impegnarmi in prima persona e non lesinare impegno e dedizione. Vanno attuate, invero, tutte le opportunità offerte dalla tecnologia per impedire che le nostre strade vengano percorse come se si trattasse di un circuito di Formula 1, mettendo a repentaglio la vita di tante persone innocenti. Confido, inoltre, che venga presto approvata in Parlamento la legge che istituisce il reato di omicidio stradale, con il quale verranno punite in modo severo le condotte di chi, del tutto irresponsabilmente, semina morte sulle nostre strade violando le più elementari regole del codice della strada e mettendosi alla guida in condizioni psicofisiche alterate dall’alcool o dall’assunzione di sostanze stupefacenti”.

 

Autore: ChioggiaTV

ChioggiaTV nasce nell’estate del 2009 come webtv che racconta tutto ciò che di bello accade in città. L’esperienza nel campo della comunicazione di Gianni Nardo, speaker storico e direttore artistico di Radio Bcs, e le competenze tecniche nella realizzazione di immagini e video di Daniele Monaro e Giovanni Rubin (ex Fotografica) si fondono e danno vita ad un prodotto locale nuovo, moderno[...]

Leggi il resto su .

4 Commenti

  1. gianfranco

    13 febbraio 2015 at 15:46

    In effetti anch’io all’inizio mi sono fatto abbagliare dalle parole del sindaco. Poi ci ho pensato, prima ho consultato google maps, poi ho deciso di prendere l’auto e sono andato in Romea. Lo sapete cosa ho scoperto? che il nostro amato sindaco ci sta ben prendendo in giro!Se vai a vedere le paline kilometriche ai lati della strada puoi facilmente verificare che i pezzi di Romea dove in teoria si potrebbe usare l’autovelox sono molto ma molto lontani dal centro di S.Anna.Sarebbe bello sbugiardare i proclami entusiastici del sindaco spiegando ai cittadini che in realtà il decreto del prefetto NON SERVE A NIENTE per S.Anna!!!In pratica adesso il tratto che va dalla vecchia Romea e Cavanella è l’unica zona franca di tutta, dico tutta, la statale Romea, da Ravenna a Venezia, dove si può correre a 200 all’ora impunemente.E di questo il sindaco ne ne vanta, invece di sdegnarsi e urlare la protesta della sua città.Non so se il sindaco abbia capito tutto questo oppure se si compiaccia a prendere in giro la gente. Io, cittadino di S.Anna non ho l’anello al naso e non mi faccio prendere in giro.Mi rivolgo alla rete, alla stampa, all’opposizione, a tutti i concittadini perchè venga chiarito a tutti cosa sta succedendo. Bisogna che tutti sappiano che NON ci saranno autovelox a S.Anna e che i nostri figli e i nostri anziani continueranno tutti i giorni a rischiare la vita.Vergogna!Gianfranco Baldin

  2. Francesco

    13 febbraio 2015 at 20:02

    Sono pendolare da tanti anni su questo tratto di strada e in generale della sciagura statale Romea, classificata la più pericolosa tra le strade italiane. Autovelox e non continua a esserlo inevitabilmente perché il traffico è troppo intenso e la famosa Romea commerciale fonte di tanti proclami politici non si è mai realizzata.

  3. elena

    14 febbraio 2015 at 09:21

    guardate che e’ vero quello che ha scritto Gianfanco: il provvedimento del prefetto non riguarda il centro abitato di S.Anna. Stanno dicendoci bugie

  4. Mario

    14 febbraio 2015 at 15:36

    Mi stupisco che le tutte le redazioni e i gestori di blog e siti di discussione abbiano copiato il comunicato del sindaco senza nessun spirito critico e obiettivita’: la notizia non e’vera! I residenti di S.Anna non avranno mai un autovelox per proteggerli dai pirati della strada perche’ la prefettura non ha autorizzato quello che chiedeva il comitato di frazione. E’ semplicemente propaganda elettorale mal fatta

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *