Do You Speak Chioggiotto?

Bricole in laguna, ora anche in materiali sintetici

Scritto da il 16 febbraio 2015 alle 15:02
582077_3674428990119_73210914_n

Si cambia: le tradizionali bricole in legno tipiche della laguna veneziana, Chioggia compresa, d’ora in poi non saranno più le stesse: per evitare il precoce degrado del legno, infatti, il commissario Zappalorto ha approvato giovedì un nuovo regolamento.

Questo regolamento è il risultato di un confronto tra Magistrato alle Acque, Soprintendenza e Comune che hanno avviato da alcuni anni una commissione tecnico scientifica, alla quale hanno partecipato Insula, il Consorzio Venezia Nuova, il Cnr-Istituto di Scienze Marine di Venezia, con l’obiettivo di fornire le linee guida sulle modalità di intervento nei singoli ambiti (lagunare, portuale, urbano) e sulle tipologie di materiali.

L’atto dichiara dunque ammissibili all’utilizzo in laguna le seguenti tipologie: pali in legno senza protezione (rovere, pino, azobè, demerara); pali in legno protetti da trattamento antiteredine mediante graffettatura metallica (castagno o rovere graffato); pali in legno protetti da guaina termorestringente; pali in poliuretano espanso con anima metallica; pali estrusi in polietilene con anima in acciaio; ogni palo in materiale sintetico dovrà avere una targhetta identificativa con il nome dell’azienda produttrice e il lotto di produzione.

Per ognuno di questi materiali il protocollo prevede una scheda tecnica particolareggiata con tutte le caratteristiche e gli usi consentiti in relazione alla collocazione.

L’attom approvato oggi, sarà a breve sottoscritto dal commissario o da un suo delegato.

Autore: ChioggiaTV

ChioggiaTV nasce nell’estate del 2009 come webtv che racconta tutto ciò che di bello accade in città. L’esperienza nel campo della comunicazione di Gianni Nardo, speaker storico e direttore artistico di Radio Bcs, e le competenze tecniche nella realizzazione di immagini e video di Daniele Monaro e Giovanni Rubin (ex Fotografica) si fondono e danno vita ad un prodotto locale nuovo, moderno[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *