Do You Speak Chioggiotto?

Rifiuti abbandonati, sanzioni in aumento. Quasi la metà non è di Chioggia

Scritto da il 21 gennaio 2015 alle 12:01
rifiuti abbandonati

Intensificati i controlli sui rifiuti abbandonati e sanzioni in aumento nel 2014: 641 contro le 535 del 2013. Importante notare che nel 40% dei casi i trasgressori non sono chioggiotti.

Ad illustrare i dati il vicepresidente di Veritas Giacinto Pesce che spiega il dato illustrando un fenomeno ben noto agli uffici Veritas: molte persone dai comuni limitrofi portano di notte con auto e furgoni rifiuti ingombranti, abbandonandoli fuori dei cassonetti situati nel comune di Chioggia. Succede spesso a Valli in via Pascolon, e a Brondolo, in via Foscarini. Con la complicità del buio si scaricano oggetti di tutti i tipi, anche elettrodomestici e mobilio, fuori dai cassonetti.

Una cattiva abitudine che costa 275.000 euro e su cui Veritas quest’anno è intervenuta con controlli, e sanzioni, più massicci.

A Chioggia esiste un servizio di asporto rifiuti di grosse dimensioni che non costa nulla all’utente, contrariamente a altri comuni. Basta chiamare il numero verde 800811333 e entro 48 ore il recupero viene effettuato a domicilio. “Nel 2014», spiega il vicepresidente di Veritas, Giacinto Pesce, «abbiamo stanziato nel Piano finanziario per questo servizio 200.000 euro. Purtroppo abbiamo dovuto sostenere una spesa straordinaria di 275.000 euro per portare via rifiuti ingombranti abbandonati a fianco dei cassonetti. Inciviltà e maleducazione creano un evidente danno economico, ma anche d’immagine, alla nostra città”.

Autore: ChioggiaTV

ChioggiaTV nasce nell’estate del 2009 come webtv che racconta tutto ciò che di bello accade in città. L’esperienza nel campo della comunicazione di Gianni Nardo, speaker storico e direttore artistico di Radio Bcs, e le competenze tecniche nella realizzazione di immagini e video di Daniele Monaro e Giovanni Rubin (ex Fotografica) si fondono e danno vita ad un prodotto locale nuovo, moderno[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *