Do You Speak Chioggiotto?

Chioggia tra le città protagoniste del progetto fotografico “Discover the other ITALY”

Scritto da il 16 gennaio 2015 alle 10:01
33-undiscovered-italian-cities-you-should-visit-next-bassa-chioggia-veneto

Chioggia tra le protagoniste di un progetto fotografico che mira a valorizzare “l’altra Italia”: luoghi non così scontati e famosi, borghi, monumenti, arti e tradizioni da riscoprire.

“Discover the other ITALY”  è una esposizione fotografica patrocinata Expo 2015, Enit (Ente Nazionale del Turismo Italiano) e con la partecipazione di FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano.

210 scatti totali, 10 per ogni Regione (più 10 per Milano, città Expo 2015). A realizzare gli scatti ventuno fotografi selezionati in tutta Italia: autori capaci di interpretare il territorio d’origine o dove hanno scelto di vivere.

Ad interpretare il Veneto è stato il fotografo Moreno Geremetta (originario di Agordo, Dolomiti bellunesi). Moreno ci racconta la sua avventura e perché ha scelto anche la città di Chioggia.

La mia “avventura fotografica” per il progetto “Discover the other Italy” nacque per caso. Fui contattato prima dai selezionatori e in un secondo momento incoraggiato dal team Clickalps, di cui faccio parte, a candidarmi come fotografo per il Veneto. In realtà mi trovai in un primo momento completamente disorientato perché io, abituato a fotografare dalla cima delle montagne, trovavo un po’ di difficoltà a muovermi nelle città. Lottai con me stesso soprattutto a Venezia, dove volevo assolutamente realizzare immagini nuove e non scontate, cosa non facile e perfettamente riuscita con la mia foto di una verde Burano senz’acqua e canali.

Mi confrontai spesso con Lorenza Scalisi, responsabile del progetto, per capire dove fosse meglio puntare, e quali potessero essere i luoghi più affascinanti ma meno conosciuti nel mio Veneto. Fra le varie opzioni facemmo anche il nome di Chioggia e lei sosteneva che potevo tranquillamente portare il mio modo di fotografare il paesaggio in un contesto cittadino. Eccomi quindi di primo mattino fermo sul ponte delle Zitelle Vecchie ad ammirare lo spettacolo delle case a ridosso del canale splendidamente riflesse nell’acqua, provando le stesse emozioni vissute sulle sponde di un laghetto di montagna.

Chioggia mi è subito piaciuta ed ho avuto l’impressione di essere in una città che va vissuta di primo mattino, quando il mercato del pesce prende vita e quando le strade sono ancora poco trafficate. L’ho trovata un luogo genuino e molto caratteristico, indubbiamente molto legato al mare. E le biciclette? Quante biciclette!!! Un bel modo di spostarsi, agevole, veloce ed ecologico!

Mi sono piaciuti i canali molto più ampi e luminosi rispetto a Venezia e devo dire che mi sono divertito molto a giocare con i riflessi colorati. Senza dubbio Chioggia sarà una delle mie mete anche dopo esserci stato esclusivamente per il progetto “Discover the other ITALY”, e spero che la mia immagine contribuirà a far sì che i visitatori di Expo 2015 la scelgano come meta per una visita.

Alcuni scatti di Chioggia realizzati da Moreno Geremetta, tra cui la foto scelta per la mostra (foto copertina)

Lorenza Scalisi, art director del progetto: “La scelta dei 10 soggetti a regione da ritrarre per Discover the other ITALY non è stata semplice, soprattutto per realtà come quella del Veneto, che vede una serie di top destination che rubano la scena a tutto il resto. Venezia e Verona in primis, che abbiamo volutamente escluso, o ripreso con scatti “geniali” come quello di Burano realizzato da Moreno per Discover, dove non c’è acqua, ma un prato di fiori e una scena quasi da borgata. Chioggia ha invece quasi le sembianze di Venezia, con canali d’acqua ed edifici antichi, per far passare il messaggio che l’Italia riesce ad essere bella in modo stupefacente in qualunque direzione la si guardi. L’idea è quindi quella che si possa trovare il bello anche in luoghi non così scontati, di portare il visitatore anche solo con la fantasia in un’Italia un po’ meno da cliché”.

La foto di Chioggia è stata scelta- tra le tante- anche dal sito magazine Swide.com come foto di apertura in un articolo che parla del progetto fotografico: 44 undiscovered Italian Cities you Should visit next

La preview nazionale di Discover the other ITALY è stata inaugurata all’Art Port Gallery dell’Aeroporto di Olbia Costa Smeralda e fino al 30 settembre sarà possibile visitare l’intera collezione. I 210 scatti proseguiranno il loro tour poi a ottobre a Eataly Torino.

Note
   

Autore: Sara Ferro

Mi chiamano Sara, vivo da sempre a Chioggia e sono nata il 12 ottobre 1979.

Lo stesso giorno nel 1492 Cristoforo Colombo scoprì l’America. Dal genovese ho imparato che l’America è quasi sempre dove non te l’aspetti. Lo stesso giorno nel 1938 iniziarono le riprese del film Il Mago di Oz, tratto da uno dei miei libri preferiti. Sono sempre alla ricerca di qualcosa, da qua[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *