Do You Speak Chioggiotto?

“Ce l’hai!”. Un social game per raccontare “l’ansia della condivisione”

Scritto da il 6 gennaio 2015 alle 11:01
ce lhai

“Ce l’hai!”. Tutto sembra tranquillo, finchè una mano ti tocca ed una voce ti dice:

Ecco pensi, ora devo “attaccarlo” a qualcun altro… Abbiamo fatto tutti questo gioco, si fa in tutte le parti del mondo, con nomi diversi ma sempre con lo stesso identico meccanismo. Un pò quello che accade con i social, quando ti colleghi e condividi la tua vita virtuale con gli altri. L’ansia della condivisione, la paura d’essere l’ultimo, il bisogno di affermarti attraverso la condivisione sostanzialmente del “nulla”.

Il video “Ce l’hai!” è stato realizzato da Massimo Fabris (fotografo) e Luca Lunardi (scrittore) e presentato per la prima volta a ArtePadova 2014 Social Game.

Massimo Fabris dello studio fotografico Impressioni (Riva Vena a Chioggia) ci racconta il senso di questo social game:

L’idea nasce dalla voglia di raccontare in modo ironico questa malattia di condividere una vita virtuale che in sostanza c’è…. ma non esiste. Una vita che viene comunque legittimata ed accettata da tutti come una cosa che esiste pur non esistendo…. una cosa come il ce l’hai… quando te lo attaccano, senti di averlo anche se non hai nulla e devi liberartene condividendolo/passandolo a qualcuno. In sostanza la rappresentazione e l’accettazione del nulla come stendardo della bandiera della propria esistenza, tenuto in piedi dalla solo voglia e capacità di condivisione virtuale… insomma il Ce l’hai si pratica in tutto il mondo… lo trovi anche su Wikipedia, e leggendo ti accorgerai che nella definizione e nelle meccaniche psicologiche del gioco, non è molto distante da ciò che accade con i social network.

ll video è stato volutamente montato con uno stile anni ’90 con camera fissa. Un grazie enorme a Kim Magnago per la simpatica e pronta interpretazione! Un altro enorme grazie a Rocco Perini ed i NO Seduction per avere messo a disposizione il brano musicale Spend Money stay cool.La scelta del suono del Pacman all’inizio non è casuale, tutto è pensato. Il pac man forse è stato proprio l’inizio di tutto. il video finisce dopo i titoli di coda: il suono che celebra la morte del Pac Man si sente dopo che- finalmente- si poggia il telefono e ci si stacca dal virtuale.

 Ora che hai visto il video, mi spiace ma Ce L’hai!
Non ti tocca far altro che passarlo a qualcun altro!

Autore: ChioggiaTV

ChioggiaTV nasce nell’estate del 2009 come webtv che racconta tutto ciò che di bello accade in città. L’esperienza nel campo della comunicazione di Gianni Nardo, speaker storico e direttore artistico di Radio Bcs, e le competenze tecniche nella realizzazione di immagini e video di Daniele Monaro e Giovanni Rubin (ex Fotografica) si fondono e danno vita ad un prodotto locale nuovo, moderno[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *