Do You Speak Chioggiotto?

“A Chioggia si sviene in sicurezza”

Scritto da il 16 gennaio 2015 alle 16:01
valle_equipe

Se proprio devi svenire, svieni a Chioggia. La Cardiologia dell’Ospedale di Chioggia, sensibile al tema dello svenimento, ha recentemente ottenuto la qualifica di ‘Syncope Unit’ dal GIMSI (Gruppo Italiano Multidisciplinare per lo Studio della Sincope), grazie alla collaborazione con le altre Unità Operative interessate al problema (in primis il Pronto Soccorso) e l’apertura di un ambulatorio dedicato per lo studio della sincope.

La sincope, comunemente intesa come ‘perdita di coscienza di breve durata’ (il comune svenimento), rappresenta un sintomo diffuso nella popolazione, tanto da rappresentare circa l’1% degli accessi in Pronto Soccorso. Spesso è di natura benigna (secondaria a disidratazione o a forti stress psichici, come il prelievo del sangue) ma, in almeno un terzo dei casi, è sintomo di gravi problemi cardiaci (aritmie, infarto miocardico, embolia polmonare).

Per questo motivo è indispensabile capire la causa dello svenimento per poter fornire tempestivamente la terapia adeguata, cosa non semplice vista la molteplicità di situazioni e patologie che la possono provocare e la complessità dei pazienti, spesso anziani, che ne soffrono. “Ad oggi – spiega il primario di Cardiologia, Roberto Valle – come suggerito dalla comunità scientifica internazionale, il modo migliore per ottenere una diagnosi e una terapia adeguata, senza costi aggiuntivi, è la creazione di un team di medici specializzati in diverse branche (Cardiologi, Internisti, Geriatri, Medici di Pronto Soccorso, Neurologi, Pediatri),che possano confrontarsi per seguire il singolo paziente e determinare, quindi, la causa della sincope: tali figure professionali sono coordinate da un medico che ‘prende in carico il paziente’ e lo segue durante l’iter diagnostico”. “Grazie alla creazione di un ambulatorio specialistico e alla collaborazione con gli altri reparti” – continua la responsabile della Syncope Unit, Debora Rampazzo – riusciamo a stabilire con maggior facilità la causa della sincope, ad eseguire in tempi ragionevoli gli esami diagnostici e, soprattutto, a fornire la terapia specifica per il nostro paziente”.

“Inoltre – aggiunge – il paziente è seguito sempre dallo stesso medico che prescrive gli esami diagnostici, il quale spesso li esegue in prima persona, affiancato da infermieri specificatamente formati sulla sincope, prescrivendo poi la terapia adatta all’ammalato in base al risultato degli stessi”. La Syncope Unit clodiense, nell’ultimo triennio, ha curato circa 100 pazienti all’anno, provenienti anche dalle aree vicine, grazie all’impiego di una metodica dedicata specificatamente allo scopo, il tilt test, che provoca la sincope, in condizioni di sicurezza, in ambiente protetto, permettendo così al medico di scoprirne “in diretta” le cause. “La certificazione ottenuta – chiosa il direttore generale dell’Ulss 14 Giuseppe Dal Ben – è un punto d’arrivo importante, che aggiunge Chioggia ai pochissimi centri veneti, già certificati per questa malattia, ma è anche un punto di partenza per un impegno sempre maggiore nella diagnosi e cura delle cardiopatie sottostanti a questo sintomo”.

Note
Foto: Parte dell'équipe del dottor Valle (a destra)

Autore: ChioggiaTV

ChioggiaTV nasce nell’estate del 2009 come webtv che racconta tutto ciò che di bello accade in città. L’esperienza nel campo della comunicazione di Gianni Nardo, speaker storico e direttore artistico di Radio Bcs, e le competenze tecniche nella realizzazione di immagini e video di Daniele Monaro e Giovanni Rubin (ex Fotografica) si fondono e danno vita ad un prodotto locale nuovo, moderno[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *