Do You Speak Chioggiotto?

Esenzioni del ticket: raffica di carte false

Scritto da il 13 dicembre 2014 alle 14:12
ricetta_medica

Controlli sulle false autocertificazioni per esenzione ticket. Sanzione salata per chi dichiara il falso e intervento di Equitalia per chi non paga. Questo per il rispetto delle persone che pagano e per quelle esenti per giusto diritto.

La Regione Veneto invia periodicamente all’Ulss il numero degli utenti che hanno emesso false autocertificazioni per esenzione ticket. I controlli sono effettuati dalla Direzione Controlli e Governo del SSR su tutte le autocertificazioni per reddito e status – non riguardano i soggetti esenti per patologia – prodotte dagli utenti che richiedono di essere esenti dalla compartecipazione alla spesa sanitaria (ticket) e alla riduzione della quota fissa di 10 euro sulla ricetta.

A sua volta, poi, l’Ulss esegue una ulteriore verifica per accertare se i soggetti che hanno autocertificato il diritto all’esenzione in modo improprio hanno effettivamente usufruito per l’anno di riferimento di prestazioni a carico del Servizio Sanitario Nazionale o se vi fossero comunque motivi per archiviare la questione a causa di eventuali errori di registrazione o di altro genere.

Nel 2011 (riferito al reddito del 2010) la Regione ha individuato 1500 autocertificazioni improprie nella Ulss 14. Dalla scrematura eseguita successivamente dall’Azienda Sanitaria di Chioggia e’ emerso che i casi di evasione sono scesi a 802. Attualmente l’Ulss e’ intervenuta su 408 posizioni da cui ha recuperato circa 56mila euro (su circa 98mila complessivi).

Secondo una norma regionale, il procedimento di recupero prevede un invito al pagamento del ticket evaso e della sanzione, che è pari a tre volte il ticket evaso. La sanzione può però essere pagata nella misura ridotta ad un terzo (e quindi lo stesso valore del ticket, oltre a questo ovviamente) se il pagamento avviene entro 60 gg. In caso contrario, se entro i 30 gg. successivi all’ordinanza ingiuntiva di pagamento (che segue il primo invito) l’utente non paga, oltre al recupero forzoso del credito mediante ruoli di Equitalia, all’utente viene inibita la prescrivibilità delle prestazioni di specialistica ambulatoriale a carico del SSN, come previsto dal Decreto legge 112/2011 conv. in L. 133/2011, art. 79, comma 1 sexies lett. b) e dal successivo Decreto ministeriale attuativo dell’11.12.2009.

C’è comunque la possibilità per gli utenti che ritengano di avere commesso un errore nell’attestare in modo improprio il diritto all’esenzione di ravvedersi, ciò e possibile fino a quando l’Azienda non proceda all’accertamento (lettera di contestazione con richiesta di pagamento ecc.). In tal modo l’utente potrà risparmiare l’importo della sanzione e pagare solo il ticket: e’ stato pubblicato sul sito internet dell’Azienda Ulss 14 l’apposito modulo per il pagamento spontaneo delle prestazioni sanitarie effettuate in esenzione.

Si ricorda che l’esenzione dal ticket riguarda tutta la diagnostica, gli esami strumentali e di laboratorio, ed eventuali ingressi al Pronto Soccorso.

Sono circa 22mila gli utenti esenti nella Ulss 14.

L’esenzione è concessa:

– ai cittadini di età inferiore ai sei anni o superiore ai 65 anni, purché appartenenti ad un nucleo familiare avente un reddito complessivo lordo non superiore a euro 36.151,98.

– ai cittadini disoccupati, ed ai loro familiari a carico, purché appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo lordo non superiore a euro 8.263,31, aumentato a euro 11.362,05 in presenza del coniuge, e ulteriormente incrementato di euro 516,46 per ogni figlio a carico;

– ai cittadini di età superiore ai sessantacinque anni beneficiari di assegno (ex pensione) sociale e ai loro familiari a carico;

– ai cittadini di età superiore ai 60 anni titolari di pensione al minimo, e ai loro familiari a carico, purché appartenenti ad un nucleo familiare con un reddito complessivo lordo non superiore a euro 8.263,31, aumentato a euro 11.362,05 in presenza del coniuge, e ulteriormente incrementato di euro 516,46 per ogni figlio a carico.

Autore: ChioggiaTV

ChioggiaTV nasce nell’estate del 2009 come webtv che racconta tutto ciò che di bello accade in città. L’esperienza nel campo della comunicazione di Gianni Nardo, speaker storico e direttore artistico di Radio Bcs, e le competenze tecniche nella realizzazione di immagini e video di Daniele Monaro e Giovanni Rubin (ex Fotografica) si fondono e danno vita ad un prodotto locale nuovo, moderno[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *