Do You Speak Chioggiotto?

Madre e figlia rubano un portafoglio in ospedale, arrestate

Scritto da il 17 novembre 2014 alle 14:11
bancomat-montepaschi

Madre e figlia arrestate sabato pomeriggio con l’accusa di furto aggravato e tentato utilizzo fraudolento di mezzi di pagamento elettronico.

Sabato mattina le due donne erano nella sala d’attesa del reparto di Ginecologia dell’ospedale di Chioggia, sedute vicino alla persona che poi avrebbero derubato, una signora della provincia di Rovigo. L’attimo giusto è stato quando questa persona si è alzata per rispondere ad una telefonata, lasciando incustodita la borsa.

Madre e figlia decidono di entrare in azione. La figlia si alza e fingendo di dover rispondere a sua volta ad una telefonata, si posiziona in modo da nascondere la visuale a colei che verrà derubata.

A quel punto la madre ha campo libero per insinuare la mano nella borsa e impossessarsi del portafoglio.

Non contente del contante decidono di provare a prelevare anche dei soldi dal bancomat della derubata visto che all’interno del portafoglio avevano trovato un foglietto con appuntati dei codici.

La donna rodigina riceve un SMS dalla propria banca, che l’allerta che qualcuno sta tentando di prelevare con la sua tessera in più sportelli automatici. Immediata la chiamata al 112. Le ladre vengono individuate e colte in flagrante.

Autore: ChioggiaTV

ChioggiaTV nasce nell’estate del 2009 come webtv che racconta tutto ciò che di bello accade in città. L’esperienza nel campo della comunicazione di Gianni Nardo, speaker storico e direttore artistico di Radio Bcs, e le competenze tecniche nella realizzazione di immagini e video di Daniele Monaro e Giovanni Rubin (ex Fotografica) si fondono e danno vita ad un prodotto locale nuovo, moderno[...]

Leggi il resto su .

Un commento

  1. roby

    17 novembre 2014 at 17:50

    mettete il nome chi sono devono sapere chi gli e’ vicino con chi hanno a che fare .sempre coperta sta gente.del resto chi ci guida onesta’ a iosa …..

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *