Do You Speak Chioggiotto?

Il provvedimento sulla nautica passa in Consiglio

Scritto da il 6 novembre 2014 alle 15:11
Marino Masiero

L’atteso consiglio comunale con all’ordine del giorno un controverso provvedimento sulla nautica si è concluso sorprendentemente con diciannove voti favorevoli al momento della votazione. Qualche osservatore politico aveva individuato in questo punto in discussione il possibile pretesto per far cadere l’attuale maggioranza di governo con una rottura tra Pd e Udc. Alla fine invece la proposta è stata votata in maniera compatta, anche se dal testo finale presentato il Pd ha tolto alcune parti tecniche che erano motivo di attrito con il sindaco Casson, facendolo diventare più un atto di indirizzo.

Soddisfatto per l’esito di questa votazione Marino Masiero di Chioggia Yacht Group che rivolge dalla sua pagina Facebook un ringraziamento a tutti i consiglieri comunali che hanno così compatti votato il provvedimento. La decisione di dare la possibilità ai cantieri nautici, ai porti turistici ed alle aree produttive che hanno accesso alla rete fluviale lagunare ed interna (tra le quali certamente anche l’area portuale) di dotarsi di coperture stagionali telonate per lavorare d’inverno è il primo passo verso una valorizzazione complessiva del patrimonio naturale di cui Chioggia dispone.

Queste strutture hanno costi relativamente contenuti ma consentono di lavorare anche durante la stagione invernale, creando così anche nuova occupazione. Un’occasione da non perdere in una fase come questa dove la nautica a livello nazionale sta dando segni di ripresa con la sensazione che si stia per riaprire un ciclo positivo che tradizionalmente nella nautica ha una durata tra i 15 e i 20 anni.

Autore: ChioggiaTV

ChioggiaTV nasce nell’estate del 2009 come webtv che racconta tutto ciò che di bello accade in città. L’esperienza nel campo della comunicazione di Gianni Nardo, speaker storico e direttore artistico di Radio Bcs, e le competenze tecniche nella realizzazione di immagini e video di Daniele Monaro e Giovanni Rubin (ex Fotografica) si fondono e danno vita ad un prodotto locale nuovo, moderno[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *