Do You Speak Chioggiotto?

Celebrazioni ed iniziative per il IV novembre: a Chioggia distribuita nelle scuole una pubblicazione sulla Grande Guerra

Scritto da il 31 ottobre 2014 alle 11:10
foto libricino

Nella ricorrenza del centenario dello scoppio della Prima Guerra Mondiale, per le celebrazioni del IV Novembre l’assessorato alla cultura di Chioggia ha scelto di rivolgersi agli studenti delle scuole secondarie di primo grado del territorio.

Negli istituti da lunedì sarà infatti distribuita una pubblicazione gratuita sulla Grande Guerra. Si tratta di un racconto per immagini, un lavoro grafico e illustrativo, corredato da testo, che realizzato in collaborazione con la Pro Loco e AssoArma, ripercorre cronologicamente i vari eventi della Grande Guerra. La pubblicazione in particolare si sofferma sui drammatici eventi italiani e approfondisce anche alcuni aspetti della città di Chioggia, tra le più colpite del nord-est durante il periodo bellico.

Spiega Narciso Girotto, assessore alla cultura : “Ci rivolgiamo alle scuole per creare una «cultura di pace», una specie di virus contagioso che infetti tutti i paesi, che porti ovunque i colori dell’arcobaleno, i colori della pace. Papa Francesco parlando della Grande Guerra dice: «Mentre Dio porta avanti la sua creazione, e noi uomini siamo chiamati a collaborare alla sua opera, la guerra distrugge». Anche noi nel nostro piccolo chiediamo a tutti di mettere a disposizione le intelligenze, i saperi e la conoscenza per fare crescere il mondo, non per distruggerlo. Anche se mai nella loro storia i grandi paesi europei hanno vissuto un periodo così lungo di pace, settant’anni anni dal 1945, la guerra non è mai troppo lontana. Persiste nelle “periferie dell’Europa”, si combatte continuamente in molti continenti e ha implicazioni in tutti i mercati mondiali. Oggi come allora, ogni guerra è quindi ancora e sempre più mondiale. Ecco quindi la necessità, soprattutto per le nuove generazioni, di ricordarne le motivazioni, le posizioni dei vari stati e i drammatici esiti”.

Marco Privato, l’illustratore che ha curato e realizzato il lavoro, comprensivo di tavole originali, foto e manifesti dell’epoca, rigorosamente in bianco e nero: “Si tratta di un approccio divulgativo alla storia, già sperimentato anche in molti testi scolastici, in cui si comunica ai ragazzi col linguaggio a loro più vicino, ossia attraverso le immagini. Come cittadini dell’Europa e non solo dell’Italia, i giovani devono poter usare ogni strumento didattico possibile, per conoscere non solo la storia del proprio paese, ma anche dell’Europa attuale”.

Proprio la ricorrenza del 1914 evidenzia questo “aspetto europeo”. L’Italia come noto entrò infatti in guerra nel maggio dell’anno successivo, ma il centenario della Grande Guerra è una commemorazione che tocca tutti i paesi in “prima persona”. Il Consiglio dei Ministri ha creato un apposito sito (www.centenario1914-1918.it) per coordinare e divulgare la conoscenza di una guerra che ha purtroppo cambiato i destini dell’intero Novecento e in tutta Italia fioccano in questi mesi le commemorazioni, la maggior parte delle quali legate a mostre, guide sui luoghi della guerra, concorsi e appuntamenti scolastici.

Anche la città di Chioggia in occasione del IV Novembre, Festa dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate e del combattente nel ricordo dei Caduti di tutte le guerre, organizza una serie di cerimonie celebrative per la ricorrenza.

Le commemorazioni si terranno domenica 9 Novembre 2014.

Alle ore 10.45 in Piazzetta Vigo ci sarà il raduno delle Autorità Civili e Militari, delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma, seguirà l’alzabandiera al pennone di Piazzetta XX Settembre e la deposizione corona d’alloro al Monumento ai Caduti. Alle ore 11.15 nella Basilica di San Giacomo Apostolo verrà celebrata la S. Messa presieduta da S. Ecc. Mons. Adriano Tessarollo, Vescovo di Chioggia, in suffragio dei Caduti. La cerimonia sarà accompagnata dalla Banda musicale cittadina.

La cittadinanza è inviata ad esporre il tricolore.

Autore: ChioggiaTV

ChioggiaTV nasce nell’estate del 2009 come webtv che racconta tutto ciò che di bello accade in città. L’esperienza nel campo della comunicazione di Gianni Nardo, speaker storico e direttore artistico di Radio Bcs, e le competenze tecniche nella realizzazione di immagini e video di Daniele Monaro e Giovanni Rubin (ex Fotografica) si fondono e danno vita ad un prodotto locale nuovo, moderno[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *