Do You Speak Chioggiotto?

Weekend, molte le presenze per la valorizzazione del forte San Felice e dell’area naturalistica

Scritto da il 22 settembre 2014 alle 10:09
forte san felice

In molti per la valorizzazione del forte San Felice e dell’area naturalistica.

Un week end decisamente proficuo per i sostenitori della raccolta firme per l’inserimento del forte San Felice tra “i luoghi del cuore” del Fondo Ambiente Italiano (FAI). Nel pomeriggio di sabato scorso, nonostante il meteo avverso, 70 persone si sono presentate all’appuntamento per l’escursione guidata all’area del forte San Felice. Inizialmente il gruppo è stato gentilmente ospitato dalla darsena Mosella dentro ai locali della storica Batteria Sottomarina, rendendo l’escursione ancora più interessante e ricca di inaspettati approfondimenti. Successivamente, grazie ad un improvviso miglioramento, l’escursione si è potuta concludere ai piedi del bastione del forte, dopo una passeggiata lungo l’antico murazzo, costruito dalla Serenissima Repubblica nella seconda metà del ‘700.

Domenica mattina un nutrito gruppo di volontari, capitanati da Francisco Panteghini dell’associazione “Amico Giardiniere”, ha iniziato invece la pulizia delle barene e della diga attorno al forte. La darsena Marina del Sole ha fornito un’imbarcazione, in modo da raggiungere le aree più lontane e difficilmente raggiungibili. Il paesaggio, nel giro di un paio d’ore, è radicalmente cambiato: decine di sacchi di plastica e polistirolo sono stati raccolti dai volontari, lasciando le barene incredibilmente pulite. Il paesaggio era ulteriormente arricchito dalla presenza di un bragozzo storico, che ha aderito all’iniziativa. Al termine della raccolta, “Amico Giardiniere” ha raccolto le considerazioni dei partecipanti, riflettendo sull’importanza della salvaguardia dell’ambiente naturale che ci circonda. I bambini del gruppo hanno realizzato delle imbarcazioni con la platica raccolta, con una piccola gara nel canale che porta al forte. .

Nella mattinata, in contemporanea alle attività di pulizia, numerosi gruppi sono giunti al forte guidati dal Comitato per il forte San Felice. “Sono rimasto stupìto della grande storia di questa città e dell’entusiasmo della vostra gente, spero che questo forte possa essere riaperto e sono curioso di entraci anch’io”, questa la risposta di un turista francese che si è casualmente unito all’escursione assieme alla sua famiglia. Ma soprattutto moltissima gente di Chioggia ha aderito a questa iniziativa, apprezzando le numerose piccole tracce storiche, che spesso sfuggono alla nostra attenzione.

Queste due giornate hanno permesso la raccolta di molte firme, che vanno ad aggiungersi alle attuali 5.635, che hanno portato il forte San Felice al primo posto nel Veneto e all’ottavo posto nella classifica generale. A Novembre si chiuderà definitivamente la campagna di raccolta firme; se le valutazioni si manterranno in crescita, il forte avrà tute le carte in regola per diventare un “luogo del cuore”, grazie all’aiuto di tutti coloro che hanno firmato e che con il loro piccolo gesto hanno permesso il raggiungimento di un traguardo che la città attende da molti, troppi anni.

 

Autore: ChioggiaTV

ChioggiaTV nasce nell’estate del 2009 come webtv che racconta tutto ciò che di bello accade in città. L’esperienza nel campo della comunicazione di Gianni Nardo, speaker storico e direttore artistico di Radio Bcs, e le competenze tecniche nella realizzazione di immagini e video di Daniele Monaro e Giovanni Rubin (ex Fotografica) si fondono e danno vita ad un prodotto locale nuovo, moderno[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *