Do You Speak Chioggiotto?

Romea commerciale e ferrovia: l’avvocato Giuseppe Boscolo scrive alla Nuova Scintilla

Scritto da il 10 settembre 2014 alle 12:09
Ferrovia

L’avvocato Giuseppe Boscolo, come portavoce del comitato di iniziativa popolare per una delibera comunale di proposta di una legge regionale speciale per Chioggia, comprensiva di una linea ferroviaria verso PD e VE, scrive a La Nuova Scintilla chiedendo che il settimanale promuova un pubblico confronto con il Sindaco per approfondire nel dettaglio la questione Nuova Romea.

Caro Direttore,

la Nuova Scintilla del 7 settembre riporta un articolo di A. P. sul diniego del visto-registrazione espresso lo scorso luglio dalla Corte dei Conti alla Orte-Mestre e quindi alla Nuova Romea Commerciale. L’articolo sostiene convintamente la posizione del Sindaco Casson già espressa in altri recenti interventi sulla stampa locale, in linea con precedenti posizioni dell’ex Assessore Chisso: la Nuova Romea è decisiva per il futuro di Chioggia, la ferrovia verso PD e VE è una pia illusione, una sorta di favola locale durata oltre un secolo; le posizioni dei comitati della Riviera del Brenta contrari all’opera non rispondono a interessi generali; il Sindaco tornerà a Roma in queste settimane per sollecitare a nome della città lo sblocco della nuova autostrada.

Come portavoce del comitato di iniziativa popolare per una delibera comunale di proposta di una legge regionale speciale per Chioggia, comprensiva tra l’altro di una linea ferroviaria verso PD e VE, che nei mesi scorsi ha raccolto oltre 700 sottoscrizioni di concittadini (superata la soglia minima di 500), e che nelle prossime settimane riprenderà l’iniziativa temporaneamente sospesa a causa della recente campagna elettorale europea, delle note vicende carcerarie del predetto assessore regionale (che si era fieramente opposto alla presentazione pubblica dello Studio di fattibilità della predetta ferrovia commissionato dalla Regione), nonchè della recente crisi di giunta comunale, ritengo doveroso correggere tale modalità di informazione, allo stesso modo con cui avevo pubblicamente contrastato la precedente analoga posizione di Chisso come parziale e fuorviante. Chiedo nell’interesse della pubblica informazione e della nostra comunità che il settimanale promuova un pubblico confronto con il Sindaco per approfondire i seguenti sei punti:

1 – i tecnici pagati dalla Regione per elaborare uno Studio di fattibilità della ferrovia verso VE e PD da mesi attendono l’OK della Regione per presentarlo alla città e mostrare nuovi elementi importanti che rendono fattibile l’opera. Chisso non è più della partita, ora la delega alle Infrastrutture è del Presidente Zaia. Il Sindaco già l’anno scorso e ancora prima dell’estate si era detto favorevole alla presentazione. Siamo d’accordo per passare dopo un anno dalle parole ai fatti, in modo che sia la cittadinanza informata a valutare se la ferrovia verso PD e VE sia una vecchia illusione o una possibilità concreta?

2 – Quali somme stanzia il piano finanziario della Orte-Mestre relativamente alle due opere complementari previste per il collegamento tra Chioggia e la nuova autostrada, vale a dire la bretella di collegamento tra Cavarzere e S. Anna e il completamento dell’Arzerone ?

3 – Quale interesse ha la città a mantenere la bretella di collegamento nel percorso previsto da Cavarzere sino all’imbocco nella attuale Romea verso S. Anna, in corrispondenza con l’area ove era previsto il nuovo ospedale, ormai svanito?

4 – Corrisponde al vero che i 20 milioni necessari al completamento dell’attuale Arzerone vengono negati dalla Regione da anni, in attesa che se ne faccia carico l’impresa che costruirà la nuova autostrada? Anche nell’ipotesi più favorevole alla costruzione della nuova opera, quanti morti, feriti, incidenti, quale danno economico al turismo locale avrà provocato questo ritardo almeno decennale nel costruire una alternativa alla attuale Romea nel tratto dell’Arzeron sino a Santa Margherita?

5 – E’ sostenibile chiedere al governo e ai privati costruttori di sostituire una delle due nuove opere stradali complementari di collegamento tra Chioggia con l’autostrada (con l’attuale Romea diventerebbero addirittura tre i tratti stradali paralleli e vicini tra loro da Chioggia sino a S. Margherita) con il finanziamento parziale della nuova ferrovia, come da Studio di fattibilità?

6 – Chioggia è interessata alla costruzione del porto off shore veneziano e a proporsi quale interlocutore importante nel corridoio intermodale UE Baltico-Adriatico, approvato alcuni mesi addietro, che finanzia la rete ferroviaria da Nord verso il triangolo VE-BO-RA, nell’ambito della rete europea TEN-T (di cui la Orte-Mestre non fa parte, nonostante inconsistenti rassicurazioni della Regione e del Ministero smentite dalla Commissione UE, pur costituendo tuttavia intervento complementare)? La previsione di un nuovo collegamento ferroviario con PD e VE è rilevante a sostenere tale interesse?

A disposizione per partecipare a tale confronto con il Sindaco ed eventuali altri interlocutori, nelle sedi e con le modalità che verranno ritenute più opportune.

Cordialmente.

Avv. Giuseppe Boscolo

Autore: ChioggiaTV

ChioggiaTV nasce nell’estate del 2009 come webtv che racconta tutto ciò che di bello accade in città. L’esperienza nel campo della comunicazione di Gianni Nardo, speaker storico e direttore artistico di Radio Bcs, e le competenze tecniche nella realizzazione di immagini e video di Daniele Monaro e Giovanni Rubin (ex Fotografica) si fondono e danno vita ad un prodotto locale nuovo, moderno[...]

Leggi il resto su .

Un commento

  1. giorgio ferretti

    11 settembre 2014 at 18:56

    Secondo me, Zaia non sa nuotare

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *