Do You Speak Chioggiotto?

La Torta Ciosotta anche su Vanity Fair. Ecco la ricetta di Realcooking

Scritto da il 27 agosto 2014 alle 11:08
torta-radicchio-768x1024

Lo dice on line la nota rivista Vanity Fair: il 2014 è l’anno dei dessert alle verdure.

E, tra i vari esempi di dolci “verdi”, cita anche una nostra tipicità, la torta al radicchio: “In Versilia c’è da sempre la tradizionale Scarpaccia, una torta di zucchine e basilico aromatizzata alla sambuca, con le bietole nella Lunigiana si fa la Torta d’Erbi, con mollica di pane ammollata, pinoli e uvette, a Chioggia la Torta Ciosotta è fatta per l’appunto con il radicchio locale.”

La torta al radicchio, conosciuta come Torta Ciosotta, è proprio tipica della tradizione chioggiotta, tanto da essere anche venduta nelle pasticcerie in confezione regalo.

Per chi ama mettersi ai fornelli, Realcooking ci spiega come preparare questa bontà locale!

Ingredienti

  • 200 gr. di farina
  • 180. gr. di zucchero
  • 100 gr. di burro
  • 2 uova
  • 200 gr. di radicchio di Chioggia
  • 1 bustina di lievito
  • 1 fiala alla mandorla
  • qualche manciata di mandorle a lamelle

 Ricetta

Per prima cosa laviamo il radicchio e lo tritiamo finemente al mixer.

Aggiungiamo le 2 uova, lo zucchero e mescoliamo.

Aggiungiamo poi la farina, la fiala alla mandorla, il lievito e il burro fuso e otteniamo un bel impasto omogeneo

Versiamo l’impasto in uno stampo rivestito da carta forno e spolveriamo con le mandorle a lamelle (non rinunciateci sono delizione sottili e croccantine!).

Inforniamo a 180° per circa 40 minuti!

La torta può essere accompagnata da una salsa/crema al cioccolato.

 

Autore: ChioggiaTV

ChioggiaTV nasce nell’estate del 2009 come webtv che racconta tutto ciò che di bello accade in città. L’esperienza nel campo della comunicazione di Gianni Nardo, speaker storico e direttore artistico di Radio Bcs, e le competenze tecniche nella realizzazione di immagini e video di Daniele Monaro e Giovanni Rubin (ex Fotografica) si fondono e danno vita ad un prodotto locale nuovo, moderno[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *