Do You Speak Chioggiotto?

La protesta dei dipendenti Apt arriva in Regione

Scritto da il 21 agosto 2014 alle 16:08
sede APT Sottomarina

La nuova legge regionale sul turismo porterà presto alla creazione di nuovi uffici di informazione ed assistenza al turista. In questa fase di passaggio però ben 70 dipendenti, attualmente in forza alle APT della provincia di Venezia, rischiano il loro posto di lavoro e addirittura di ritrovarsi senza stipendio già da settembre. Tra questi naturalmente anche i dipendenti di Chioggia e Sottomarina.

L’assessore al turismo del Veneto Marino Finozzi, con i consiglieri regionali Pietrangelo Pettenò e Lucio Tiozzo, si è incontrato con e i rappresentanti dei sindacati provinciali Cgil e Cisl di categoria. Le proteste dei dipendenti sono chiare: servono certezze sugli stipendi fine a fine anno e poi sul percorso che porterà alla creazione degli uffici informazione di nuova concezione.

La Giunta regionale, ha risposto palazzo Balbi, ha pronte per l’approvazione le delibere che assegnano i contributi alle Province al fine di garantire le risorse per gli stipendi ai dipendenti delle Apt fino alla fine dell’anno corrente, mentre spetta alle Province, dunque anche a quella di Venezia, definire il progetto per attivare i nuovi uffici Iat rispondendo anche alle esigenze del personale.

I provvedimenti di Giunta verranno discussi in Commissione consiliare e, in quella occasione, saranno convocati anche tutti gli enti locali interessati a costruire questo percorso di nuovi servizi al turista previsti nella nuova legge regionale sul turismo varata lo scorso anno.

Le organizzazioni sindacali hanno apprezzato le risposte date. Lo stato di agitazione comunque continua.

Autore: ChioggiaTV

ChioggiaTV nasce nell’estate del 2009 come webtv che racconta tutto ciò che di bello accade in città. L’esperienza nel campo della comunicazione di Gianni Nardo, speaker storico e direttore artistico di Radio Bcs, e le competenze tecniche nella realizzazione di immagini e video di Daniele Monaro e Giovanni Rubin (ex Fotografica) si fondono e danno vita ad un prodotto locale nuovo, moderno[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *