Do You Speak Chioggiotto?

Giovani talenti: Giacomo “goodly drawn boy”

Scritto da il 29 agosto 2014 alle 16:08
autoritratto

In momenti di crisi, c’è una cosa che si rinforza e diventa di valore inestimabile: la creatività.

C’è una banca in ognuno di noi, dove possiamo depositare o togliere senza diventare mai poveri. Quest’ estate in prima persona, grazie all’evento Sottomarina in Cosplay, ho messo da parte timidezza e paura e ho potuto conoscere persone magnifiche spinte dalla loro passione: creatori di eventi, cosplayers, scrittori, fotografi, registi, attori, prop maker, disegnatori, artisti che creano oggetti autentici con le proprie mani.

Per il primo raduno cosplay ci serviva un bel logo e il mio ragazzo mi aveva sempre cantato le gesta del giovane Giacomo Tesserin, fratello di un suo collega. Così, spinta da una forte sfacciataggine, ho contattato questo creativo ventiduenne, chef che ha studiato in Adria ed è stato talmente meritevole da aver fatto pure uno stage di due mesi da Cipriani a New York!

Direte voi, sarà un’artista del cibo! Non solo, aggiungo io! Questo ragazzo è un gran creativo a 360°: ama  il disegno e  da quando aveva 3 anni, imitando sua madre, disegna senza fermarsi. In Giacomo ho trovato tanta gioia, passione ed una forte umiltà, gran pregio per rimanere con i piedi per terra in quest’epoca di crisi e reality show.

Curiosando tra i suoi album su facebook, mi sono imbattuta in ritratti iperealistici di amici, cantanti pop, attori, opere di diverse misure e tecniche, caricature, action figures fatte interamente a mano in fimo. Roba da lasciare a bocca aperta insegnanti d’accademia; eppure Giacomo è autodidatta, per il ciclo artisti si nasce!

Così gli ho chiesto se se la sentiva di donarci un logo per il Cosplay, e lui, chiedendomi che idea avessi, ha tradotto le mie idee in disegno lasciandomi senza parole. Il lavoro di questo ragazzo per me è stato uno di quei regali che commuovono per la storia che raccontano, per la bellezza e la freschezza.

Giacomo ha anche partecipato da protagonista al primo evento Sottomarina in Cosplay, dove ha disegnato tante belle caricature al curioso e numeroso pubblico presente.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Non voglio dilungarmi e lascio un’autodescrizione fatta dallo stesso Giacomo, durante l’ennesima “chattata” in cui lo tormentavo su facebook.

Credo che per me disegnare sia il mio attimo di libertà. Sono un ragazzo davvero molto sbrigativo! Odio essere lento  perché mi sembra di non aver mai un momento per stare tranquillo e godermi ció che ho la fortuna di avere. Mi ripeto sempre di camminare più lento o di prendermi più tempo per decidere o riflettere, ma poi ci ripenso e ricomincia la corsa! Eppure quando mi siedo e ho un pezzo di carta davanti è come se tutto il resto non ci fosse! Gli altri, quando mi osservano, vedono un ragazzo sicuro che sa quello che sta facendo e che segue uno schema ben preciso; io invece sento come se tutto ciò che penso si stia trasformando in quel momento in tanti piccoli tratti che via via finiscono col dar vita a qualcosa che, sinceramente, mai avrei immaginato di poter creare! Disegnare mi aiuta molto a pensare. Mi permette di allentare la corda e catturare tutte quelle piccole sensazioni piacevoli del semplice “stare tranquilli” che magari, essendo sempre di corsa, non riesco quasi mai a godermi. Se devo essere sincero, essendo molto timido, attraverso i fogli di carta ho sempre trovato il modo di dire o dimostrare quello che ho dentro.

Per info contattate Giacomo su facebook!

 

 

 

 

 

Autore: Elisabetta Donaggio

“I am he as you are he as you are me and we are all together”.  Mi piace partire con l’inizio di “I’m the walrus”, surreale canzone dei Beatles per presentarmi. Sono nata alla fine di luglio di …enta anni fa;insegno alla scuola Primaria. Sono vegetariana convinta dal 1996, amo la natura e la pace, vivrei di anguria e zucchero filato, AMO CHIOGGIA città “cubo di Rubi[...]

Leggi il resto su .