Do You Speak Chioggiotto?

Grande interpretazione del Liceo Classico con Gli Uccelli di Aristofane

Scritto da il 9 giugno 2014 alle 10:06
Gli Uccelli di Aristofane liceo veronese

Giovedì 5 giugno, all’interno del suggestivo chiostro del Museo Diocesano, il Liceo Classico G. Veronese di Chioggia ha messo in scena la commedia greca Gli Uccelli di Aristofane.

Intensa la rappresentazione degli studenti, giovanissimi ma già pieni di talento.

Presenti alla serata anche il vescovo Tessarollo, il Rotary Club, il sindaco Casson e l’assessore Massimiliano Tiozzo che hanno applaudito e lodato i ragazzi.

L’immagine proiettata sullo sfondo è Avatar, opera dell’artista padovana Anastasia Moro, anch’essa preente: il  bosco incantato è scenario ideale per l’evasione rappresentata.

Non sono mancate durante la commedia “contaminazioni” moderne e riferimenti in chiave ironica ad episodi recenti accaduti nel nostro territorio, quali lo scandalo del Mose.

Due anziani amici, Euelpide e Pisetero, abbandonano Atene perché stanchi di quella città gretta e corrotta, dove le aspirazioni dei deboli sono regolarmente frustrate da delazione, ipocrisia, tassazione, obblighi sociali.

Cercano una città “diversa” e sperano che Upupa, un tempo re di uomini, oggi uccello re di uccelli, possa indicarne una.

Ma non esiste una città come vorrebbero loro. Decidono dunque di fondarne una in cielo. Si chiamerà Nubicuculìa. Interposta tra il mondo degli uomini e quello degli dei, restituirà alle creature dell’aria una potenza loro sottratta un tempo dalle divinità olimpiche.

La nuova città rischia però di rivelarsi ideale solo per i protagonisti.

Sia perché non è esente da dinamiche di potere già dalla sua fondazione – gli uccelli pretendono la venerazione degli uomini, intercettando il fumo dei sacrifici destinati agli dei – sia perché viene subito assalita da un nugolo di individui “impresentabili” – impostori, ciarlatani, delatori, cacciatori di privilegi- che, cercandovi fortuna e volendo diventarne cittadini, rischiano di trasformarla in una città come le altre.

Si profila una guerra. Una delegazione di dei (Eracle, Poseidone e il barbaro Triballo) tenta un accordo, ma Pisetero, istruito da Prometeo, accetta un armistizio e un’alleanza solo a patto che Zeus restituisca lo scettro agli uccelli e gli dia in sposa la giovane e bella Regina!

Interpreti:

Francesco Boscolo Lisetto, Martino Boscolo Brusà, Andrea Scarpa, Glenda Bonaldo, Andrea Scarpa, Pietro Boscolo Cegion, Matteo Boscolo Contadin, Paolo Boscolo Bomba, Francesco Ballarin, Leonardo Uliana, Dario Penzo, Francesca Albanese,, Paola Braghini,, Federica Ferrarese,, Giada Scarpa, Maja Sfriso, Vittoria Siviero, Chiara Smeraldi, Chiara Zennaro, Vittoria Boscolo Lisetto, Benedetta Fornaro, Kelly Pagan, Sara Rado, Sara Zennaro Giada Aprile, Giorgia Ghezzo

Regia Franca Ardizzon Rossi, Patrizia Aricò.  Traduzione e adattamento Susi Boscarato. Trucco e acconciature Sara Scarpa. Coordinamento Roberto Vianello.

Autore: ChioggiaTV

ChioggiaTV nasce nell’estate del 2009 come webtv che racconta tutto ciò che di bello accade in città. L’esperienza nel campo della comunicazione di Gianni Nardo, speaker storico e direttore artistico di Radio Bcs, e le competenze tecniche nella realizzazione di immagini e video di Daniele Monaro e Giovanni Rubin (ex Fotografica) si fondono e danno vita ad un prodotto locale nuovo, moderno[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *