Do You Speak Chioggiotto?

La Clodiense vede le streghe

Scritto da il 17 marzo 2014 alle 09:03
Clodiense-crreggese-2-e1380524501490

La Clodiense si è dimenticata come si fa a vincere ed anzi incassa una nuova dolorosa sconfitta interna che sancisce una crisi che dura ormai da due mesi. Banchetta anche il modesto Montichiari sul prato del “Ballarin” che rischia di far sprofondare i granata in un baratro che sembrava affare altrui. Due punti nelle ultime sette partite, non c’è da stare allegri, la salvezza è tutt’altro che acquisita, ergo serve mettere sul campo la giusta mentalità di chi deve lottare per tenersi stretto il posto in categoria.

Non ci sono grosse novità nello schieramento granata. Carlucci, in difesa, prende il posto dello squalificato Moretto, mentre in attacco Urtiaga sostituisce Cortelezzi che si è infortunato nella rifinitura di sabato mattina. Pagan vorrebbe giocare con il 4-4-2 ma, evidentemente, qualche messaggio è stato recepito male visto che Franciosi non fa il centrocampista ma il terzo attaccante, trasformando il disegno tattico sul campo in un 4-3-3. Il Montichiari si presenta con tre trequartista e con il solo Fornito in avanti. Si parte subito con un episodio dubbio al 12’ nell’area bresciana: Bellemo viene atterrato da Lera ma l’arbitro dice che il fallo è stato commesso fuori e fischia semplicemente una punizione dal limite (poi senza esito). Senza moviole e radar a tutti è sembrato che Bellemo fosse stato fermato abbondatamente dentro l’area. Ci provi Ridolfi (22’) con un tiro dal limite respinto in tuffo da Viola, mentre al 37’ Franciosi pesca in area Ridolfi che non aggancia. Al 38’ Urtiaga da fuori: Viola ci mette i pugni. Giovanetti, al 42’, spaventa Nutta con un tiro cross che sbatte sulla parte alta della traversa. Al 43’ l’occasione più ghiotta per i granata: cross di Busetto dalla sinistra e Bellemo, tutto solo e con la porta spalancata, calca incredibilmente in curva.

Nella ripresa i ritmi calano vertiginosamente ma al 16’ la Clodiense sfiora nuovamente il gol: Corradini lancia Ridolfi che salta anche il portiere ma vede il suo diagonale respinto in scivolata da Melis. Nella girandola di cambi Pagan, dopo la sostituzione forzata di Del Prete, manda in campo Yao per Ridolfi e Olivieri per Urtiaga. La beffa arriva al 39’: punizione di Sangiovanni e Nutta si fa ingannare dal rimbalzo per una papera che costa la sconfitta. C’è tempo ancora per un palo colpito da Bellemo al 46’ ma ormai la frittata è fatta.

Le voci del dopo gara.

Mauro Gallo (dg Clodiense): l’allenatore non rischia ma tutti si devono fare un bell’esame di coscienza. Andrea Pagan: abbiamo bisogno di un episodio che ci tolga da questa situazione. Quando si sbagliano molti gol la responsabilità non può che essere tua, ma non abbiamo fatto ulla per vincere. Non giochiamo con tranquillità. Oggi abbiamo toccato il fondo. Gianluca Franciosi: non abbiamo avuto quella voglia di vincere che ci deve essere nella nostra situazione. Abbiamo sprecato troppo, ma la se la partita finiva 3-0 non c’era niente da dire. Le gambe andavano bene, penso che sia solo un problema di testa. Matteo Corradini: abbiamo perso contro una squadra molto modesta. È stata una partita bruttissima, dove abbiamo sbagliato molti gol. Fatico a dare una chiave di lettura a questa gara, adesso non è il momento di parlare ma di tornare a fare punti. Corrado Corradi (tecnico Montichiari): forse il pareggio era più giusto perchè la Clodiense ha sbagliato molti gol, ma nel calcio chi segna ha sempre ragione.

Autore: Daniele Zennaro

Nato a Chioggia il 27 Febbraio 1967. A BCS ricopre il ruolo di direttore responsabile della testata giornalistica radiofonica e partecipa, in qualità di opinionista,  alla trasmissione sportiva del Sabato Mezzogiorno Big Match.

La sua esperienza radiofonica parte nel lontano 1986 dai microfoni di RADIO CHIOGGIA LIBERA quando assieme ad Adolfo Pagan, conduceva un programma che si chiama[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *