Do You Speak Chioggiotto?

La Clodiense s’accontenta ma non gode

Scritto da il 30 marzo 2014 alle 20:03
Correggese - Clodiense

Anche un pareggio, dopo due sconfitte consecutive, può andare bene. Si può leggere così lo 0-0 maturato tra Clodiense e Imolese al termine di una partita che ha avuto nel finale la sua parte migliore. Punticino che fa classifica e che, di questi tempi, non è affatto da buttare. Clodiense che, insomma, si accontenta ma non gode, perché un briciolo di fortuna in più avrebbe anche potuto ottenere l’intera posta in palio.

Dovendo fare i conti con le molte assenze mister Andrea Pagan, in tribuna perché squalificato e sostituito in panca da Gianluca Mattiazzi, punta ad un inedito 3-5-2 con una robusta linea difensiva formata da Carlucci, Davide Boscolo Berto e Moretto e con gli esterni Corradini e Bellemi a sfiancarsi lungo le corsie laterali. In attacco con i soli Urtiaga e Ridolfi a disposizione (Franciosi in tribuna, ufficialmente infortunato per la società ma in realtà messo in castigo per una domenica), non ci sono molte scelte perchè Vidal non ha minuti sulle gambe e Cortelezzi è in panca solo per far numero. L’Imolese, invece, si schiera con un canonico 4-4-2, anche se il mediano Righini ha il compito di proteggere la difesa. La cronaca del primo tempo non offre molto. Al 9’ Corradini prima vince un rimpallo ma poi calcia addosso ad un difensore, mentre al 21’ lo stesso esterno penetra da sinistra, scarica dentro l’area ma non trova nessuno all’appuntamento. Al 25’ la più grossa occasione per gli emiliani: Rizvani va via di forza a Moretto e poi confeziona un assist al bacio per Belluzzi che però tentenna e permette la parata di Baldan. Un paio di girate senza esito granata (Davide Gioachina e Urtiaga) ed un tiro di Petrascu sul fondo è tutto il resto del repertorio fino all’intervallo.

La ripresa inizia con il festival del liscio nell’area rossoblù: cross di Bellemo, Urtiaga manca la rovesciata e Corradini svirgola sul fondo, roba da Gialappa’s. Un tiro improvviso di Davide Gioachina (17’) respinto da Spada ed una telefonata di Mordini (40’) a Baldan, lasciano poi lo spazio ai botti finali. Al 41’ Clodiense jellata: cross del solito Bellemo, colpo di testa di Ridolfi e palla sul palo. 43’: sugli sviluppi di un corner altro colpo di testa ravvicinato di Ridolfi ed il portiere Spada ci mette la…faccia. L’Imolese sfiora però la beffa al 46’: palla che filtra nell’area granata dalla destra, Tattini ci arriva in scivolata ma la sfera gli rimane sotto i polpacci permettendo il recupero dei difensori. L’ultimo sussulto al 47’: tiro di Ridolfi respinto da Spada, sulla ribattuta arriva Davide Gioachina che calcia, con la porta spalancata, alto sopra la traversa.

Le voci del dopo gara.

Gianluca Mattiazzi: è successo tutto nel finale di partita, però le occasioni migliori le abbiamo avute noi e quindi meritavamo di vincere. E’ un pareggio che interrompe la striscia negativa ma c’è in noi molto rammarico perchè abbiamo espresso un buon calcio anche con il nuovo modulo che ci permette di spingere di più.

Mattia Ridolfi: quando non gira bene ci si mette anche la sfortuna e allora prendi il palo anzichè fare gol. La partita è stata interpretata bene dalla squadra nonostante il periodo difficile. Abbiamo voglia di arrivare alla salvezza al più presto, chiudendo la stagione dignitosamente.

Davide Boscolo Berto: c’è in noi grande delusione perchè oggi abbiamo giocato con attenzione e tanto cuore. E per poco non arrivava pure la beffa. Domenica con il sancolombano sarà un’altra battaglia.

Davide Boscolo Gioachina: su quella palla nel finale sono arrivata con il corpo all’indietro ed ho calciato alto. Peccato perché abbiamo fatto un’ottima partita anche se siamo stati sfortunati.

Franco farneti (tecnico Imolese): è stata una gara molto dispendiosa ed infatti le occasioni sono arrivate nel finale quando le squadre erano stanche. E’ un pareggio giusto a dimostrazione del fatto che l’Imolese non regala niente a nessuno. La Clodiense è un’ottima squadra e mi stupisce come non sia ancora salva.

CLODIENSE-IMOLESE 0-0

Clodiense (3-5-2): Baldan; Carlucci, Moretto, D. Boscolo Berto; Corradini, D. Boscolo Gioachina, E. Busetto (21’st. Ponce), Olivieri, Bellemo; Urtiaga (30’st. Schiavon), Ridolfi. A disposizione: Nutta, F. Busetto, Cigna, Vidal, Chiozzotto, Ferro, Cortelezzi. Allenatore: Mattiazzi.

Imolese (4-4-2): Spada; Bunda Balu, Catalano, Antoniacci, Battistini; Mordini, T. Ragazzini, Righini, Rizvani (24’st. Tedeschi); Petrascu (41’st. Tattini), Belluzzi (27’st. Orlando). A disposizione: Bracchetti, Bevoni, Ramoz, Santandrea, De Martino, Stranzani. Allenatore: Farneti.

Arbitro: Ruggiero di Roma. Note: splendida giornata di sole, terreno in ottime condizioni. Ammonito: Bunda Balu. Angoli: 6-6. Spettatori: 200 circa. Recupero: 1’pt. e 3’st.

 

Autore: Daniele Zennaro

Nato a Chioggia il 27 Febbraio 1967. A BCS ricopre il ruolo di direttore responsabile della testata giornalistica radiofonica e partecipa, in qualità di opinionista,  alla trasmissione sportiva del Sabato Mezzogiorno Big Match.

La sua esperienza radiofonica parte nel lontano 1986 dai microfoni di RADIO CHIOGGIA LIBERA quando assieme ad Adolfo Pagan, conduceva un programma che si chiama[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *