Do You Speak Chioggiotto?

La Lucchese passeggia con la Clodiense

Scritto da il 16 febbraio 2014 alle 19:02
lucchese

Niente da fare per la Clodiene contro gli squadroni del girone. Dopo i tre gol rimediati contro Fortis e Correggese, arrivano le quattro pizze rifilate dalla Lucchese che vince facilmente senza dovere nemmeno strafare. Come già accaduto nei due match precedenti, partita già compromessa nei primi minuti di gara, con i rossoneri toscani abili a sfruttare le dormite della difesa di casa sui calci piazzati per portarsi subito sul 2-0 ed incanalare la sfida in discesa a proprio favore. Clodiense che ancora una volta sbaglia l’approccio per poi, evidentemente, non riuscire più a cambiare marcia.

In avvio di gara mister Pagan non stravolge l’assetto della sua squadra e si presenta con il tridente in attacco formato da Cortelezzi, Franciosi e Ridolfi. La vera novità è l’inserimento del giovanissimo portiere Baldan per avere un difensore esperto in più (Bellemo). Mister Guido Pagliuca si affida al proprio collaudato 4-3-1-2, dove Chianese gira dietro le punte Caboni e Tarantino. In mezzo al campo si rivede Nolè che ha il grande merito di sbloccare l’incontro. Lucchese, infatti, a segno dopo 2’: punizione dalla sinistra battuta da Tarantino, Nolè passa alle spalle dello spaesato Sambo ed infila di piattone sul secondo palo. Nemmeno il tempo di organizzare la rimonta che i rossoneri ospiti pervengono sul 2-0 al 9’: punizione sempre dalla sinistra stavolta battuta da Chianese, la difesa lagunare si perde il centrale difensivo Calistri che di testa mette dentro. Si fa vedere il vivace Franciosi al 16’ ma dopo una bella azione personale il suo tiro è piuttosto fiacco. Azione quasi alla mano al 26’ della Lucchese con tiro conclusivo dell’accorrente Calcagni alto sopra la traversa.

Dopo l’intervallo Pagan gioca la carta Urtiaga al posto di Olivieri per un 4-2-fantasia che però abortisce dopo 5’ quando Moretto, piuttosto ingenuamente, mette giù in area Chianese e procura il rigore che Tarantino trasforma. Il 3-0 è una mazzata per la Clodiense che va comunque vicina al gol al 9’ con Ridolfi il cui tiro a botta sicura è respinto da un difensore. Pagan prova anche l’inserimento dell’ivoriano Yao che, se non altro, dà maggior vivacità alla manovra. La Lucchese si limita comuque a controllare e ad operare di rimessa e cala il poker al 48’ quando ancora Moretto manda per le terre in area Caboni per un rigore che lo stesso attaccante trasforma.

Le voci del dopo gara.

Pagan: oggi non mi è piaciuto niente, abbiamo giocato decisamente male. Prendere due gol in 9’ su calci piazzati è stato mortale ed ha, ovviamente condizionato l’intera gara. Baldan non ha fatto nemmeno una parata perchè abbiamo preso due gol su palla inattiva e due su rigore. Oggi non siamo stati all’altezza della situazione. Dopo il loro primo gol abbiamo visto i fantasmi. Adesso dobbiamo svegliarci.

Yao: purtroppo sono entrato quando la partita era già sul 3-0. Ho provato comunque ad impensierire la loro difesa che era comunque molto ben organizzata.

Bellemo: sono molto amareggiato perché pensavo che non prendessimo più gol nei primi minuti. Abbiamo ripetuto gli stessi errori che facevamo ad inizio stagione. Forse, inconsciamente, è subentrato un po’ di appagamento.

Pagliuca (all. Lucchese): abbiamo vinto una gara difficile perché sapevamo che la Clodiense veniva da due sconfitte consecutive e ci teneva a fare bene. Però abbiamo dosputato un ottimo primo tempo per merito di un grande gruppo. La Clodiense è una buona squadra che farà un ottimo finale di campionato.

CLODIENSE-LUCCHESE 0-4

Clodiense (4-3-3): Baldan; Bellemo, Moretto, D. Boscolo Berto, Sambo; Olivieri (1’st. Urtiaga), Ponce, D. Boscolo Gioachina (16’st. E. Busetto); Cortelezzi, Ridolfi (16’st. Yao), Franciosi. A disposizione: Nutta, Corradini, Carlucci, Iobbi, Del Prete, Schiavon. Allenatore: Pagan.

Lucchese (4-3-1-2): Casapieri; Zinetti, Espeche, Calistri, Terlino; Calcagni, Aliboni (20’st. Ghelardoni), Nolè (38’st. Floris); Chianese; Tarantino (27’st. De Luca), Caboni. A disposizione: Sannino, Angeli, Biagini, Petrini, Azzolin, Papini. Allenatore: Pagliuca.

Arbitro: Curti di Milano.

Reti: pt. 2’ Nolè, 9’ Calistri; st. 5’ Tarantino (rig.), 48’ Caboni (rig.). Note: giornata primaverile, terreno in buone condizioni. Trasferta vietata ai tifosi della Lucchese. Ammoniti: Bellemo, D. Boscolo Gioachina, Ridolfi, Zinetti, Espeche, Aliboni, Nolè. Angoli: 3-1 per la Lucchese. Spettatori: 200 circa. Recupero: 2’pt. e 4’st.

Autore: Daniele Zennaro

Nato a Chioggia il 27 Febbraio 1967. A BCS ricopre il ruolo di direttore responsabile della testata giornalistica radiofonica e partecipa, in qualità di opinionista,  alla trasmissione sportiva del Sabato Mezzogiorno Big Match.

La sua esperienza radiofonica parte nel lontano 1986 dai microfoni di RADIO CHIOGGIA LIBERA quando assieme ad Adolfo Pagan, conduceva un programma che si chiama[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *