Do You Speak Chioggiotto?

Arrestato il rapinatore di Sottomarina

Scritto da il 8 febbraio 2014 alle 18:02
carabinieri

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Chioggia (VE), a conclusione di una rapida e intensa attività investigativa, sono riusciti a dare un nome ed un volto al rapinatore seriale che in una settimana aveva seminato il terrore tra i negozianti della città, colpendo per ben tre volte in sette giorni. Il rapinatore agiva sempre da solo, travisato ed armato di coltello.

Il primo colpo e’ stato messo a segno la sera del 30 gennaio 2014, quando il rapinatore e’ entrato all’interno di un’agenzia assicurativa di viale Tirreno di Sottomarina (VE), e sotto la minaccia di un coltello, si faceva consegnare la somma di 300 euro, scappando a piedi.

Il secondo colpo messo a segno la sera del 4 febbraio 2014 ai danni di un negozio di abbigliamento in viale Mediterraneo di Sottomarina (VE), dove sotto la minaccia di un coltello si faceva consegnare dalla commessa la somma di 250 euro;

Il terzo colpo messo a segno la mattina del 5 febbraio 2014 ai danni di un’agenzia immobiliare di viale Mediterraneo di Sottomarina (VE), dove sempre sotto la minaccia di un coltello si faceva consegnare dall’impiegata la somma di 100 euro.

In tutti e tre i casi ad agire era stato un giovane con accento locale il quale colpiva gli esercizi commerciali, quando all’interno c’era solo una persona, preferibilmente donna. Dalle descrizioni fornite e dagli elementi raccolti, si accertava i tre colpi avevano la stessa mano.

Le indagini avviate immediatamente dai militari del Nucleo Operativo di Chioggia, consentivano di indirizzare le attenzioni tra i giovani tossicodipendenti della zona e tra questi veniva individuato W.Z. 23enne tossicodipendente disoccupato di Chioggia, residente poco distante dai luoghi di commissione delle rapine.

Acquisiti inconfutabili elementi di prova nei confronti del giovane, questa mattina alle prime luci dell’alba, i militari hanno proceduto ad una perquisizione domiciliare della sua abitazione, rinvenendo e sequestrando gli indumenti da lui utilizzati per commettere le rapine.

Lo stesso accompagnato presso gli uffici del Comando Compagnia di Chioggia, forniva ampia confessione dei fatti, giustificando le sue azioni con lo stato di indigenza nel quale versava la propria famiglia, dovuto alla perdita di lavoro di un familiare ed alla conseguente difficoltà di pagare l’affitto dell’appartamento e garantirsi il sostentamento alimentare quotidiano. Lo stesso riferiva di aver subito gettato a terra nella vie cittadine nell’immediatezza delle rapine i vari coltelli da lui utilizzati per la commissione dei reati.

Il giovane, non essendoci pericolo di fuga, veniva deferito a piede libero con l’accusa di rapina aggravata continuata.

 

Autore: ChioggiaTV

ChioggiaTV nasce nell’estate del 2009 come webtv che racconta tutto ciò che di bello accade in città. L’esperienza nel campo della comunicazione di Gianni Nardo, speaker storico e direttore artistico di Radio Bcs, e le competenze tecniche nella realizzazione di immagini e video di Daniele Monaro e Giovanni Rubin (ex Fotografica) si fondono e danno vita ad un prodotto locale nuovo, moderno[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *