Do You Speak Chioggiotto?

“Vedrai che è bello vivere”

Scritto da il 27 gennaio 2014 alle 11:01
phpThumb_generated_thumbnail

In onore della Giornata della Memoria Arteven propone lo spettacolo “Vedrai che è bello vivere”, realizzato dalla Compagnia Bel Teatro.

Lo spettacolo si terrà martedì 28 gennaio presso l’Auditorium e sarà dedicato alle scuole medie e superiori (entrata su prenotazione) Tra le scuole che parteciperanno: Nicolò De Conti, Paolo VI, Righi, Cestari, Cavanis, liceo Veronese.

In “Vedrai che è bello vivere” le voci delle vittime, dei carnefici, dei testimoni di una delle più tragiche pagine della Storia si intrecciano, restituendone la drammaticità e lʼorrore, ma riuscendo anche a suggerire una possibilità di riscatto, di espiazione, di nuova vita. La tragedia delle persecuzioni naziste viene ripercorsa attraverso le parole di chi lʼha vissuta, dai primi segnali di pericolo alla liberazione dei campi di sterminio; alle testimonianze si intrecciano i testi, inquietantemente “normali” nella loro burocraticità, delle leggi e le disposizioni che hanno decretato la tragedia, e, in doloroso contrasto, le poesie scritte da alcuni dei 15.000 bambini che dal novembre del ’41 al maggio del ’45, furono deportati nel campo di Terezin. Il titolo è proprio la citazione di una di queste, un messaggio di speranza da un mondo che non sembrava poterla più trovare in sé. Gli attori interagiscono con le immagini e i video curati da Beatrice Mancini proiettati in palcoscenico e con le suggestive musiche selezionate dal Maestro Gianluca Magnani, conducendo lo spettatore in un percorso di grande impatto emotivo, che non cade mai nel pietismo o nella facile commozione, ma che vuole proporre i fatti con la crudezza e la spietata lucidità che li ha caratterizzati nel tentativo di far comprendere lʼenormità di quanto accaduto.

Autore: ChioggiaTV

ChioggiaTV nasce nell’estate del 2009 come webtv che racconta tutto ciò che di bello accade in città. L’esperienza nel campo della comunicazione di Gianni Nardo, speaker storico e direttore artistico di Radio Bcs, e le competenze tecniche nella realizzazione di immagini e video di Daniele Monaro e Giovanni Rubin (ex Fotografica) si fondono e danno vita ad un prodotto locale nuovo, moderno[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *