Do You Speak Chioggiotto?

Il Fantasma dell’Opera, un libro imperdibile

Scritto da il 11 gennaio 2014 alle 16:01
Chair-Magazine-Il-fantasma-dellOpera-1024x682

Chi non ha mai sentito parlare del Fantasma dell’Opera? Credo nessuno! Sono stati prodotti miriadi di film, musical e spettacoli a riguardo, ma pochi credo abbiano letto il capolavoro letterario di Leroux da cui tutto ha inizio.

Sono stata spinta a leggerlo dal mio amore per Parigi (che ho visitato due volte) e dalle entusiastiche recensioni di un’amica youtubers.

Tutto inizia nel 1870 presso l’Opera Garnier di Parigi, un luogo “reale” in cui si ambienta la storia di un personaggio fantastico: Erik, un genio dell’architettura e della musica, presumibilmente di origine medio-oriebtale. Nato completamente deforme e sfigurato (“il suo viso somiglia alla morte”), Erik è rifiutato dai suoi stessi genitori che non lo hanno mai potuto amare.

Erik inizia il suo peregrinare nel mondo, finchè approderà all’Opera di Parigi: il più grande tempio della magnificenza architettonica e musicale del mondo, secondo Erik: ed è li che stabilirà il suo regno, divenendo “il signore delle botole”. Erik cercherà rifugio nei sotteranei dell’edificio per tagliare i ponti con il mondo che lo respinge e lo fa soffrire, senza riuscirci del tutto. La sua indole geniale e vanesia lo spinge infatti a rivelare la sua presenza ai lavoratori del Teatro, anche se non palesandosi del tutto, ed essi lo temono come si teme il diavolo o una leggenda del male.

il fantasma dell'operaMa anche il più ributtante degli uomini ha un cuore ed Erik lo scoprirà negli occhi della giovane cantante Christine Daae. Erik ha una voce bellissima, da angelo; grazie a lui la giovane svedese diventerà una bravissima cantante lirica, la migliore. Erik, che teme la reazione di Christine al suo aspetto, non si farà mai vedere da lei che lo crede uno spirito, ”l’angelo della musica”.

Erik però scopre poi l’esistenza del giovane imberbe Raoul,conte di Chagny, vecchio amico di infanzia di Christine. I due si rivedono all’Opera e capiscono di amarsi. Lo capirà anche Erik che, amando di un amore infantile e stuggente la cantante, deciderà di rapirla e vendicarsi sui due innamorati e l’umanità intera nel modo che ci si aspetta da una creatura degli inferi come lui: terribile.

Erik è pazzo e vendicativo, ma anche dolce ed infantile; il suo modo di amare Christine è commovente: “Christine…non sono né angelo, né genio, né fantasma…Sono Erik!”.

Erik per lei è disposto a togliersi la maschera e lasciarsi guardare negli occhi.

Non vi svelerò l’epilogo nè i dettagli di questo romanzo meraviglioso che ho letto in meno di due giorni. Vi consiglio solo di leggerlo: ne sarete catturati!

Autore: Valentina Boscolo

Quando la determinazione cambia, tutto inizia a muoversi nella direzione che desiderate. Nell’istante in cui decidete di vincere, ogni nervo e fibra del vostro essere si orienteranno verso quella realizzazione. D’altra parte se pensate: “Non funzionerà mai”, proprio in quel momento ogni cellula del vostro essere si indebolirà, smettendo di lottare, e tutto volgerà al fallimento”(Da[...]

Leggi il resto su .