Do You Speak Chioggiotto?

Doppio Ridolfi, è super Clodiense

Scritto da il 19 gennaio 2014 alle 18:01
Clodiense - correggese 1

Con una doppietta del suo centravanti Mattia Ridolfi la Clodiense espugna il “Zucchini” di Budrio e supera a pieni voti il primo dei cinque incontri molto impegnativi messi in successione dal calendario. 2-0 al Mezzolara senza discussione, grazie ad una prestazione di altissimo livello nonostante la forte pioggia ed il campo molto pesante. E’ la terza vittoria consecutiva su tre gare disputate nel girone di ritorno che, in queste partite, ha visto i granata segnare sette gol senza subirne nemmeno una, sintomo che la fase difensiva, grazie anche alla saracinesca formata dalla coppia centrale Moretto-Davide Berto, funziona che è una meraviglia.

Mezzolara che non ci ha capito nulla, punito anche sul fianco sinistro dall’innesto a sorpresa del giovane Del Prete, che ha risposto alla chiamata di mister Pagan con una prestazione di alto livello. E’ l’unica variante rispetto alla gara vinta domenica scorsa con il Palazzolo, anche se, come tiene a precisare il tecnico chioggiotto è il collettivo che ha preso coscienza dei propri mezzi. I bolognesi si sono affidati ai lanci lunghi per Fabio Bazzani, vecchio bucaniere dei campi di calcio che, evidentemente, il suo mestiere lo sa fare ancora molto bene.

Le reti sono arrivate una per tempo, classico risultato all’inglese, come si diceva una volta, che non ammette repliche. La prima marcatura al 20’ del primo tempo: incursione di Bellemo il cui tiro cross respinto viene raccolto da Ridolfi che prontamente infila la porta. Il raddoppio al 13’ della ripresa ed è un’autentico capolavoro: azione personale di Franciosi che porge per Ridolfi che batte al volo di collo pieno e manda la palla in rete. Nel finale il mezzolara, con l’innesto di Protti, prova a riaprire i conti, ma la Clodiense è attenta e non si fa sfuggire l’occasione di cogliere tre punti importantissimi.

Con la vittoria di Budrio i granata ottengono l’ottavo risultato utile consecutivo, salgono a quota 31 punti e portano il vantaggio sui play out a 11 lunghezze. Davvero tanta roba.

Le voci del dopo gara Andrea Pagan: partita perfetta nonostante sia stata giocata in mezzo al fango e sotto il diluvio. Li abbiamo sorpresi inserendo Del Prete per dare modo a Stefano Bellemo di spingere di più sulla fascia dove sapevamo che avevano qualche carenza in fase difensiva. Ci hanno messo un po’ in difficoltà con i lanci lunghi per Bazzani che non per nulla giocava in Serie A, ma dietro abbiamo due giocatori fantastici che in questo momento sono in uno stato di forma straordinario. Mi dispiace solo che Davide Berto sia andato in diffida, ma se vuoi fermare Bazzani un giallo lo devi spendere. Dobbiamo continuare così, tenendo sempre i piedi ben piantati per terra. Abbiamo undici punti in più del Formigine e dobbiamo raggiungere il traguardo dei 45 punti prima possibile. Poi vedremo.

Mezzolara-Clodiense 0-2

Mezzolara: Farnè, Signorini, Martelli, Cicerchia (18’st. Arseno), Orlando, Galassi, Marongiu (11’st. Visani), Monnolo (30’st. Protti), Bazzani, Selleri, Semprini. A disposizione: Marchignoli, Monti, Ferri, Chmangui. Allenatore: Luppi.

Clodiense: Nutta, Bellemo (28’st. D. Boscolo Gioachina), Sambo, Ponce, Moretto, D. Boscolo Berto, Del Prete, E. Busetto (39’st. Villanovich), Ridolfi, Franciosi (44’st. Olivieri), Cortelezzi. A disposizione: Baldan, Carlucci, Corradini, Iobbi, F. Busetto, Urtiaga. Allenatore: Pagan.

Arbitro: Ledda di Cagliari Reti: pt. 20’ Ridolfi; st. 13’ Ridolfi. Note: giornata piovosa, terreno molto pesante. Ammoniti: Martelli, Monnolo, Visani, Ponce, D. Boscolo Berto.

 

Autore: Daniele Zennaro

Nato a Chioggia il 27 Febbraio 1967. A BCS ricopre il ruolo di direttore responsabile della testata giornalistica radiofonica e partecipa, in qualità di opinionista,  alla trasmissione sportiva del Sabato Mezzogiorno Big Match.

La sua esperienza radiofonica parte nel lontano 1986 dai microfoni di RADIO CHIOGGIA LIBERA quando assieme ad Adolfo Pagan, conduceva un programma che si chiama[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *