Do You Speak Chioggiotto?

“Il sale del sudore. Ortolani marinanti del novecento”

Scritto da il 24 dicembre 2013 alle 11:12
Il sale del sudore. Ortolani marinanti del novecento

Il mondo degli ortolani marinanti, che ha avuto nei decenni centrali del novecento la massima espansione, merita di essere raccontato e conosciuto. È questo l’assunto da cui parte il volume “Il sale del sudore. Ortolani marinanti del novecento”, di Gianfranco Tiozzo Netti, a cura di Pier Giorgio Tiozzo Gobetto, assieme alla convinzione che la forma letteraria del racconto riesce a farci entrare in questo microcosmo in maniera più immediata e diretta rispetto ad altre forme di scrittura, quali il saggio.

Nonostante il sistema di lavoro e di vita di quegli anni sia radicalmente cambiato, appare fondamentale mantenerne la memoria e favorire la consapevolezza delle sue caratteristiche e degli aspetti antropologici, culturali e ideali che lo hanno pervaso. Radicatisi e stratificatisi attraverso più generazioni, essi sono infatti alla base del modo di essere dei marinanti e delle loro peculiarità.

Questo approccio viene condotto da un marinante che ha sempre vissuto negli orti, e che in questi ha trovato ispirazione per forme particolari di pittura naif e per racconti che partono dalla propria diretta esperienza, dalla osservazione del paesaggio orticolo e dei diversi destini dei compaesani. Una lettura concreta, materiale e allo stesso tempo pregna di poesia e di fantasia, che ricorda con dolcezza i tempi andati senza abbandonarsi a forme di sterile nostalgia, traendone piuttosto linfa per costruire un futuro migliore.

Il volume si articola in 15 racconti che offrono un ampio spettro degli ortolani marinanti. Partendo da ricordi e considerazioni autobiografiche via via la narrazione si allarga ad altre esperienze e al modo di essere del paese, per concludersi con sguardi disincantati sulle fatiche e sulle vestigia di questa realtà.

ZuccaI racconti sono integrati da alcune poesie e da una silloge di quadri dello stesso autore (sempre inerenti questo microcosmo), e sono introdotti da un inquadramento storico e antropologico del particolare fenomeno della “conquista delle terre” da parte degli ortolani marinanti.

Gianfranco Tiozzo Netti, classe 1943, ha fatto da sempre l’ortolano. Dalla metà degli anni settanta ha dipinto il proprio ambiente, e si è dato uno stile peculiare. Le verdure, il passare delle stagioni e le scansioni di lavoro sui campi, i passaggi generazionali e i corpi deformati dalla fatica del lavoro sule tere sono rappresentati con bruni e ocra a evocare il “sale del sudore”. La gioia della natura e l’amore verso la madre di tutte le madri, la terra, si uniscono al sudore del lavoro e alle trasformazioni del mestiere, nella convinzione che gli ortolani marinanti meritano di essere raccontati e nella consapevolezza che questo mestiere, nelle forme tradizionali in cui veniva svolto, in questi decenni sta scomparendo.

Edizioni  art&print, Chioggia 2013, 266 p., ill. a c., Isbn 9788889656327, € 18,00. Collana “Profilo di una comunità”, diretta da Pier Giorgio Tiozzo Gobetto. Una collana di libri da costruire nel tempo per documentare, prendere consapevolezza e valorizzare Chioggia, i suoi abitanti, il suo territorio, la sua cultura e il suo ambiente, studiandone le peculiarità in ambito regionale.

Autore: ChioggiaTV

ChioggiaTV nasce nell’estate del 2009 come webtv che racconta tutto ciò che di bello accade in città. L’esperienza nel campo della comunicazione di Gianni Nardo, speaker storico e direttore artistico di Radio Bcs, e le competenze tecniche nella realizzazione di immagini e video di Daniele Monaro e Giovanni Rubin (ex Fotografica) si fondono e danno vita ad un prodotto locale nuovo, moderno[...]

Leggi il resto su .

Un commento

  1. Chiara Tiozzo

    8 gennaio 2014 at 14:03

    Acquistato oggi! Veramente un libro bellissimo che merita di essere anche solo sfogliato per la ricchezza di disegni e dipinti, oltre che per le vicende che racconta.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *