Do You Speak Chioggiotto?

La Clodiense sbanda ad Imola

Scritto da il 17 novembre 2013 alle 09:11
Clodiense - crreggese 2

Anticipo di campionato amaro per la Clodiense che perde a Imola dopo quattro gare utili consecutivi. Imolese che vince con il minimo sforzo capitalizzando al massimo la rete messa a segno poco prima dell’intervallo. Dunque la corsa dei granata si ferma proprio nella terra consacrata alle corse, anche se si tratta di una sconfitta che poteva benissimo essere evitata.

Imola è città che respira l’alta velocità in ogni angolo. Lo stadio è proprio adiacente all’autodromo “Enzo Ferrari” dove purtroppo da qualche anno non si corre però il Gran Premio di San Marino di Formula Uno, sacrificato sull’altare dei nuovi capitali arrivati dall’oriente e dove ha perso la vita Ayrton Senna, uno dei piloti più forti di tutti i tempi. Il campo da calcio, con una tribuna centrale da far morire d’invidia, è nel bel mezzo di una cittadella sportiva e confina con le tribune della mitica curva “Rivazza”. Poi c’è anche la partitache invece non attira molta gente.

Rispetto alla gara vinta con la Massese, mister Pagan cambia un solo giocatore nel tridente d’attacco: non c’è Franciosi, non al meglio, si rivede Ridolfi, titolare dal primo minuto. Non un gran ritmo e non una grande precisione nelle battute iniziali. Burnelli di testa (2’) e Ridolfi (10’) aprono le danze ma sono tentativo che non provocano nemmeno il solletico ad entrambi i portieri. Il portiere lagunare Nutta (16’) si complica la vita con una uscita un po’ avventurosa ma, per sua fortuna, nessuno ne approfitta. Più pericolosa l’Imolese al 23’ quando, su assist di Rizvani, Mordini tocca di punta anticipando tutti ma spedendo sul fondo. Prima tegola per la Clodiense al 24’ quando Davide Berto lascia il campo per un problema muscolare: al suo posto entra Bianchi ma tatticamente non cambia nulla. Si fa male anche Rizvani, per i locali, che lascia il posto a Tedeschi che diventerà dopo pochi minuti decisivo. E’ il 44’ quando Burnelli in velocità lascia Bellemo sul posto e crossa proprio per Tedeschi che si tuffa a volo d’angelo e segna di testa.

Nella ripresa rimane negli spogliatoi Villanovich, anch’egli messo fuori da un problema muscolare. La Clodiense vuole recuperare e mette sotto pressione l?Imolese che rimane raccolta nella propria trequarti. Al 4’ sponda di Bounafaa per Davide Gioachina e tiro controllato da Spada. Pericolosa l’Imolese al 12’ quando Bellemo si fa soffiare in area la palla da Burnelli che poi serve l’accorrente Tedeschi il cui tiro viene deviato in corner da Nutta. Dopo un tiro alto di Davide Gioachina (19’) e Belluzzi in contropiede a sfiorare il raddoppio ma ancora una volta è bravo Nutta a respingere. Pagan gioca la carta Franciosi (al posto di Ponce) ed il finale è tutto di marca granata. 40’: cross di Franciosi per Ridolfi che di testa, da buona posizione, mette a lato. Al 44’ è del Soldato ad imbeccare in area Franciosi il cui diagonale viene respinto da Spada. Ci prova ancora Davide Gioachina dalla distanza (45’) ma la mira è sballata di poco. In chiusura al 49’ tocca invece a Bianchi salvare sulla linea un tiro di Tedeschi arrivato al termine di un perfetto contropiede.

Domenica prossima trasferta della Clodiense a Sancolombano al Lambro.

Le voci del dopo gara.

Andrea Pagan: spero che questa sconfitta ci serva da lezione per ritornare con i piedi per terra. Un primo tempo del genere non si può giustificare, poi nel secondo tempo abbiamo giocato meglio dimostrando di non voler perdere. Abbiamo perso con un avversario più che abbordabile che ha fatto davvero molto poco per vincere.

Davide Boscolo Berto: sono uscito perchè ho sentito un indurimento nella parte posteriore della coscia. Probabilmente si tratta di uno stiramento, però vediamo prima le ecografie.

Ivano Boscolo Bielo: peccato, perchè l’Imolese era una squadra alla nostra portata.

IMOLESE-CLODIENSE 1-0  

Imolese (4-4-2): Spada; Bunda, Poggi, Antoniacci, Battistini; Mordini (34’st. Orlando), Balestra, Ragazzini (40’st. Santandrea), Burnelli; Belluzzi, Rizvani (35’pt. Tedeschi). A disposizione: Staniscia, Casadei, Catalano, Stanzani. Allenatore: Farneti.

Clodiense (4-3-3): Nutta; Bellemo, Moretto, D. Boscolo Berto (24’pt. Bianchi), Sambo; Villanovich (1’st. Del Soldato), Ponce (24’st. Franciosi), D. Boscolo Gioachina; Bounafaa, Ridolfi, Urtiaga. A disposizione: L. Boscolo, Iobbi, Olivieri, Toffanin, Dell’Andrea, Vendrametto. Allenatore: Pagan.

Arbitro: Turchet di Pordenone. Rete: pt. 44’ Tedeschi. Note: giornata fresca ma soleggiata, terreno in discrete condizioni.

Ammoniti: Bunda, Battistini, Balestra, Ragazzini, Moretto, D. Boscolo Gioachina, Ridolfi.

Angoli: 4-3 per l’Imolese. Spettatori: 250 circa. Recupero: 3’pt. e 4’st.

 

Note
Foto: Rasty

Autore: Daniele Zennaro

Nato a Chioggia il 27 Febbraio 1967. A BCS ricopre il ruolo di direttore responsabile della testata giornalistica radiofonica e partecipa, in qualità di opinionista,  alla trasmissione sportiva del Sabato Mezzogiorno Big Match.

La sua esperienza radiofonica parte nel lontano 1986 dai microfoni di RADIO CHIOGGIA LIBERA quando assieme ad Adolfo Pagan, conduceva un programma che si chiama[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *