Do You Speak Chioggiotto?

Don Bosco visita il Triveneto. 23 tappe per la reliquia del Santo dei Giovani

Scritto da il 20 novembre 2013 alle 13:11
DON BOSCO

Cresce l’attesa in Triveneto per l’arrivo delle spoglie di Don Bosco. I Salesiani, le Figlie di Maria Ausiliatrice e tutta la Chiesa del Triveneto si preparano ad accogliere dal 21 novembre l’importante reliquia.

23 le tappe previste. Don Bosco passerà nelle principali città del Nord-Est (tra le quali Venezia, Udine, Pordenone, Padova, Verona, Gorizia, Trieste, Bolzano, Trento) fino al 13 di dicembre.

L’urna, realizzata in vetro, è partita dalla Basilica di Maria Ausiliatrice di Torino nel 2009, in occasione dei 150 anni della fondazione della Congregazione Salesiana, e ha compiuto il giro dei 5 continenti, facendo tappa nei 130 paesi del mondo in cui è presente il carisma salesiano. Un pellegrinaggio mondiale, accompagnato dalla folla festante e riconoscente, è quello dell’urna di san Giovanni Bosco che da quattro anni sta unendo i continenti e che in queste settimane lega in uno straordinario abbraccio tutta l’Italia. La peregrinazione è la preparazione ideale al Bicentenario della nascita del santo, che si celebrerà nel 2015.

Innumerevoli le manifestazioni collaterali che si realizzeranno nelle giornate che precedono e accompagnano l’arrivo nelle città della reliquia. Ovunque si terranno incontri con gli studenti, solenni celebrazioni, veglie e pellegrinaggi per incontrare e conoscere il “Santo dei Giovani”. La reliquia sarà accolta dalle autorità religiose, civili e dai giovani che da tempo attendono l’evento.

Don Bosco è qui

Il senso di questo pellegrinaggio è stato così spiegato dal Rettor Maggiore, don Pascual Chavez Villanueva, IX° successore del Santo educatore: “Ho immaginato quanto potesse essere bello e importante far arrivare il nostro caro don Bosco in tutti i paesi in cui operiamo e offrire ai tanti giovani e alle famiglie la possibilità di sentirlo ancora più vicino. Oggi don Bosco, il dono più bello che l’Italia ha dato ai ragazzi del mondo, vuole andare là dove sono i suoi figli, i giovani, vera luce e speranza per il futuro”.

Non un richiamo nostalgico al passato, quindi, ma una affermazione che don Bosco è ancora vivo e ancora parla ai giovani.

“La peregrinazione dell’urna – racconta Don Roberto Dal Molin, Superiore dei Salesiani del Triveneto – ci dice che oggi don Bosco continua a prendersi cura dei giovani. Era lui che si scomodava, che andava a visitarli in mezzo ai lavori, nelle botteghe e nelle fabbriche. Lì rivolgeva una parola ad uno, una attenzione ad un altro, e lasciava tutti con una grande gioia. Allo stesso modo verrà da noi, nelle nostre città consegnandoci nuovamente quella passione di Dio che lo ha portato ad essere appassionato dei giovani, specialmente i più poveri. Ci farà uscire dai nostri piccoli orizzonti, dalle nostre sicurezze per chiederci di essere protagonisti nel grande e inesauribile sogno di Dio.”

Autore: ChioggiaTV

ChioggiaTV nasce nell’estate del 2009 come webtv che racconta tutto ciò che di bello accade in città. L’esperienza nel campo della comunicazione di Gianni Nardo, speaker storico e direttore artistico di Radio Bcs, e le competenze tecniche nella realizzazione di immagini e video di Daniele Monaro e Giovanni Rubin (ex Fotografica) si fondono e danno vita ad un prodotto locale nuovo, moderno[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *