Do You Speak Chioggiotto?

Chioggiando. Oltre duemila fans per la pagina con le foto di Chioggia

Scritto da il 6 novembre 2013 alle 10:11
Chioggiando

Non so chi sia. Gli unici indizi che ho è che si tratta di un uomo poco più che quarantenne, di Chioggia.

In fondo non mi serve sapere altro, perchè le buone idee e l’amore gratuito per la propria città deve andar oltre un nome od un volto, a beneficio di tutti.

Un nome però, anche se non personale, ce l’ho: Chioggiando. Un gerundio che non esiste sul vocabolario, o per lo meno non ancora, ma che mi evoca subito qualcosa di familiare e pulito.

Chioggiando è una pagina di facebook nata lo scorso luglio. Sebbene sia ancora una “bambina”, conta già oltre duemila fans ed è in costante crescita. Una pagina “tra cielo, mare e laguna”, in cui protagoniste sono le foto di Chioggia: un viaggio tra passato, presente ed il futuro che vorremmo per la nostra meravigliosa città.

Alcune delle foto pubblicate da Chioggiando

Non aggiungo altro, lascio spazio a chi ci ha fatto questo bellissimo regalo.

Ho pensato di fare questa pagina per mostrare lati positivi della nostra città, contrariamente da come fanno alcune persone- gruppi politici, associazioni di categoria o altro- che per scopi personali o di parte rendono evidenti lati negativi.

Le foto “vecchie” le trovo in rete, mentre quelle nuove di solito le scattiamo io e mio figlio nel tempo libero, coniugando così la passione per la fotografia con l’AMORE per la nostra Città.

Ciò che mi soddisfa non sono i MI PIACE che vengono messi nelle foto o nella pagina, ma il rendermi conto che i Chioggiotti sono affezionati al loro territorio.

Con qualche foto non si può cambiare molto. Sarebbe bello conservare o addirittura ripristinare il centro storico come un tempo e mettere in condizione Sottomarina affinchè si sviluppi alla grande portando a casa i meriti che le spettano!

Autore: Sara Ferro

Mi chiamano Sara, vivo da sempre a Chioggia e sono nata il 12 ottobre 1979.

Lo stesso giorno nel 1492 Cristoforo Colombo scoprì l’America. Dal genovese ho imparato che l’America è quasi sempre dove non te l’aspetti. Lo stesso giorno nel 1938 iniziarono le riprese del film Il Mago di Oz, tratto da uno dei miei libri preferiti. Sono sempre alla ricerca di qualcosa, da qua[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *