Do You Speak Chioggiotto?

Famiglia che vive in auto: ospitati per 10 giorni dalla Croce Rossa

Scritto da il 8 ottobre 2013 alle 16:10
Famiglia dorme in macchina

Letti di fortuna ma almeno un tetto sulla testa. Grazie alla Croce Rossa di Chioggia, la famiglia senza una casa che da lunedì della scorsa settimana dormiva in macchina, verrà ospitata per una decina di giorni in una stanza nella sede della Cri.

Una soluzione provvisoria, ma con la speranza di trovare nel frattempo qualcosa di più stabile.

La famiglia ringrazia la Croce Rossa per questa possibilità ma anche quanti si stanno attivando per aiutarli.

“La nostra speranza -dice la figlia ventiquattrenne della coppia al Gazzettino- è di riuscire a trovare un lavoro, anche solo come lavapiatti o addetti alle pulizie, noi siamo assolutamente disponibili. Faremmo qualsiasi cosa per uscire da questa situazione”.

La loro vicenda è figlia della crisi e della difficoltà crescente di trovare un lavoro.

L’assenza di entrate ha causato la perdita della loro casa, comprata con un mutuo onorato per 15 anni e che fra pochi anni sarebbe stato estinto.

La famiglia ha chiesto un alloggio al Comune, ma la risposta è stata negativa anche se da un pò di tempo è attivo un contributo economico a favore della stessa. La sua consistenza però non permette di pagare il mutuo e mangiare.

Autore: ChioggiaTV

ChioggiaTV nasce nell’estate del 2009 come webtv che racconta tutto ciò che di bello accade in città. L’esperienza nel campo della comunicazione di Gianni Nardo, speaker storico e direttore artistico di Radio Bcs, e le competenze tecniche nella realizzazione di immagini e video di Daniele Monaro e Giovanni Rubin (ex Fotografica) si fondono e danno vita ad un prodotto locale nuovo, moderno[...]

Leggi il resto su .

3 Commenti

  1. Chiara Marangon

    8 ottobre 2013 at 21:00

    era ora povera gente !!Diamo ospitalita’ a tutti e a persone bisognose il comune gira le spalle !!!

  2. Claudio

    9 ottobre 2013 at 13:15

    Bene se così si può dire che siano riusciti ad ottenere un po’ di dignità venendo ospitati da CRI,
    Trovo invece inaccettabile e assurdo che in un paese che aiuta i bisognosi, profughi, ecc. non venga fatto nulla per evitare che le banche (vere e proprie organizzazioni a …….) si impossessino delle case di chi si trova in difficoltà e che ha sempre pagato anche l’aria che respira.
    Banche e bancari andate a quel paese voi è i vostro denari ( che poi sino i nostri)

  3. Tiziano

    9 ottobre 2013 at 21:07

    Solidarietà…drammatica situazione:come polverizzare i sogni di una famiglia.
    Complimenti ancora una volta alle banche.
    Speriamo tutto si risolva per il meglio, di cuore.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *