Do You Speak Chioggiotto?

Pesca alle sogliole con l’elettronica

Scritto da il 12 settembre 2013 alle 13:09
chioggia_pesca

Sabato 14 settembre alle 9.30, presso la sala riunioni del Mercato Ittico di Chioggia (VE), Johan Baaij, pescatore appartenente all’Associazione Giovani Pescatori Olandesi, presenterà il rapido elettrico e racconterà com’è gestita la pesca e la commercializzazione del pesce in Olanda.

L’incontro è aperto al pubblico ed è organizzato dalla sede di Chioggia dell’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA), nell’ambito del progetto europeo di ricerca partecipativa GAP2 (www.gap2.eu). Introduce l’incontro Gianluca Franceschini, ricercatore ISPRA.

Il rapido elettrico cattura sogliole e altri peschi piatti mediante un campo elettrico e permette catture efficienti, con ridotti consumi di carburante e scarsa produzione di scarto. Baaji illustrerà come funziona questo attrezzo e le caratteristiche della pesca dei pesci piatti in Olanda, parlando sia di problematiche gestionali che della commercializzazione del prodotto.

Questo attrezzo da pesca è stato inventato in Olanda nel 1992 da Piet Jan Verburg, ed è stato comprato dal Ministero della Pesca Olandese nel 1998. Il divieto di utilizzo di attrezzi da pesca elettrici in vigore nell’Unione Europea ne ha però vietato l’utilizzo commerciale per diversi anni. La sperimentazione è comunque proseguita, e tra il 2005 e il 2007 il peschereccio olandese UK 153 è stato dotato di due rapidi elettrici per valutarne le prestazioni. Nel 2010 il divieto dell’Unione Europea si è allentato e il Ministero della Pesca Olandese ha concesso al 5% delle barche che pescavano con rapido di utilizzare questo nuovo attrezzo. La sperimentazione era stata infatti un successo: le barche che utilizzano il rapido elettrico consumano meno carburante (fino al 40% di meno), perché l’attrezzo è molto più leggero e non scava il fondale; le catture di sogliole sono maggiori del 15-20%; anche se l’attrezzo in generale ha un’efficienza di cattura minore del rapido classico (a parte per la sogliola), il prodotto è di migliore qualità perché più integro e quindi ha un valore commerciale maggiore; l’impatto sul fondale e le specie non bersaglio è ridotto significativamente, così come le catture di individui sotto taglia (regolando le tensione del rapido si può selezionare di catturare solo individui superiori ad una certa taglia).

Questo incontro sarà seguito dalla visita di una delegazione di 45 pescatori, commercianti e rappresentati di pescatori olandesi, che visiteranno il Mercato Ittico di Chioggia il pomeriggio del 17 settembre. La visita è supportata dalla United Fish Auctions (Direttore: Johan van Nieuwenhuijzen), società che gestisce le aste elettroniche di tre importanti mercati ittici olandesi, in collaborazione con ISPRA e la Direzione del Mercato Ittico di Chioggia, ed ha la finalità di esplorare opportunità di mercato e permettere una maggiore conoscenza delle realtà di pesca mediterranea da parte dei colleghi del mare del Nord.

Autore: ChioggiaTV

ChioggiaTV nasce nell’estate del 2009 come webtv che racconta tutto ciò che di bello accade in città. L’esperienza nel campo della comunicazione di Gianni Nardo, speaker storico e direttore artistico di Radio Bcs, e le competenze tecniche nella realizzazione di immagini e video di Daniele Monaro e Giovanni Rubin (ex Fotografica) si fondono e danno vita ad un prodotto locale nuovo, moderno[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *