Do You Speak Chioggiotto?

Il chioggiotto Nicola Tiozzo terzo con l’Italvolley ai mondiali

Scritto da il 5 settembre 2013 alle 08:09
Tiozzo Nicola solo

C’è anche il chioggiotto Nicola Tiozzo nella Nazionale di pallavolo under 21 che ha conquistato la medaglia di bronzo ai campionati mondiali che si sono da poco giocati in Turchia.

Un traguardo storico per questo ragazzo di vent’anni che nel beach volley è quasi un mostro sacro (due volte campione d’Italia, due volte campione europeo e due volte campione mondiale, sempre in ambito under) ma che, nella pallavolo indoor sta muovendo i primi passi verso un futuro che potrebbe regalargli parecchie soddisfazioni. Nicola è nato nel ’93, è alto 197 centimetri e porta il…50 di scarpe, ma soprattutto ha una voglia matta di sfondare nel mondo della pallavolo.

Ha iniziato nel Volley Sottomarina Chioggia, poi, a 15 anni, è passato alle giovanili della Sisley Treviso e nella passata stagione ha militato nel Conselice (Ravenna) in B1, mentre nel campionato che va ad iniziare vestirà la maglia del Volley Tricolore Reggio Emilia. “Avevo avuto anche proposta dalla Serie A – ci confida – ma ho preferito rimanere in B1, dove troverò un grande allenatore come Luca Cantagalli, per giocare titolare e formare ulteriormente il mio percorso che spero, un giorno, possa aprirmi le strade del professionismo”. Vista l’altezza gioca nel ruolo di schiacciatore ed ha vestito l’azzurro per la prima volta proprio in vista dei mondiali. “Quando con il Conselice – racconta Nicola – abbiamo giocato contro il Porto Ravenna, mi ha notato Marco Bonitta coach sia della squadra romagnola che della Nazionale Under 21 e mi ha convocato per le selezioni assieme ad altri ragazzi e dopo alcuni test in tornei internazionali, quando siamo rientrato alla base di Vigna di Valle (Roma), ha deciso di portarmi ai mondiali. Per me è stata una soddisfazione enorme, culminata con la medaglia di bronzo che l’Italia non conquistava da 18 anni. E’ stata una emozione grandissima che ti faceva venire i brividi ogni volta che si ascoltava l’inno.

Da Smirne ad Ankara abbiamo disputato un torneo eccezionale, ottenendo un risultato storico”. Non ha un idolo in particolare, suo padre è il fans più sfegatato (“ma anche mamma non scherza…”) e viaggia spesso lungo lo stivale per stare assieme alla sua fidanzata Francesca che gioca a pallavolo ed è di Ostia. I suoi ex compagni di Treviso e Ravenna lo chiamano “el ciosoto”. “Perchè sanno – spiega e conclude Nicola – quanto io sia fiero delle mie origini chioggiotte”.

Autore: Daniele Zennaro

Nato a Chioggia il 27 Febbraio 1967. A BCS ricopre il ruolo di direttore responsabile della testata giornalistica radiofonica e partecipa, in qualità di opinionista,  alla trasmissione sportiva del Sabato Mezzogiorno Big Match.

La sua esperienza radiofonica parte nel lontano 1986 dai microfoni di RADIO CHIOGGIA LIBERA quando assieme ad Adolfo Pagan, conduceva un programma che si chiama[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *