Do You Speak Chioggiotto?

Harakiri Clodiense in Toscana

Scritto da il 23 settembre 2013 alle 09:09
Clodiense- Del Soldato in palleggio

Incredibile sconfitta della Clodiense a Borgo San Lorenzo (Firenze) sul campo della Fortis Juventus. La squadra granata, infatti, in vantaggio per 3-1 a metà ripresa, si è fatta clamorosamente rimontare e battere dai biancoverdi di casa per 4-3. Un harakiri in piena regola della squadra chioggiotta che si può spiegare solo con la poca esperienza della rosa allestita per affrontare questo campionato. Ancora una volta la Clodiense ha messo in mostra sprazzi di buon gioco conditi stavolta da un vantaggio che poteva sembrare rassicurante. Ed invece, nella seconda parte della ripresa, l’inspiegabile crollo che è costato la seconda sconfitta stagionale.

Nel primo tempo era partita piuttosto bene la squadra lagunare, mettendo in grande difficoltà la Fortis e segnando il meritato gol del vantaggio con Dell’Andrea (39’), tornato titolare dopo la buona prestazione con il Mezzolara. Clodiense che aveva anche l’opportunità di incrementare il vantaggio ma che andava al riposo in vantaggio per 1-0.

Brutto invece l’approccio degli uomini di Pagan ad inizio ripresa che costava il gol del pareggio messo a segno da Carnevale (61’). Subito il pari la Clodiense reagiva immediatamente e prima tornava in vantaggio con Franciosi (63’) e subito dopo (65’) metteva a segno il tris con Dell’Andrea. Partita chiusa? Assolutamente no. La Fortis non demordeva e la Clodiense calava vistosamente, soprattutto sul piano mentale. Così al 70’ Carnevale siglava il gol del 2-3 che ridava nuove speranze ai toscani che, 2’ più tardi (72’) agganciavano il pari con una punizione di Lombardi. Messa alle corde la squadra granata pagava ulteriore dazio all’80’ quando subiva un calcio di rigore, generosamente concesso dall’arbitro, poi trasformato da Costa. Finiva 4-3 per la Fortis Juventus ancora incredula per la tanta grazia concessa dalla Clodiense.

Le voci del dopo gara.

Andrea Pagan: ci stiamo ancora chiedendo come abbiamo fatto a perdere una partita del genere. Forse abbiamo avuto paura di vincere, fatto sta che dopo il 3-1 il nostro atteggiamento è cambiato in peggio. Ci è mancata lucidità, non riuscivamo più a gestire un pallone. Eppure nel primo tempo avevamo fatto molto bene. Bisogna maturare velocemente, anche se adesso ci attendono due match (Correggese in casa, Lucchese fuori, ndr) molto difficili.

Autore: Daniele Zennaro

Nato a Chioggia il 27 Febbraio 1967. A BCS ricopre il ruolo di direttore responsabile della testata giornalistica radiofonica e partecipa, in qualità di opinionista,  alla trasmissione sportiva del Sabato Mezzogiorno Big Match.

La sua esperienza radiofonica parte nel lontano 1986 dai microfoni di RADIO CHIOGGIA LIBERA quando assieme ad Adolfo Pagan, conduceva un programma che si chiama[...]

Leggi il resto su .

Un commento

  1. Alberto

    23 settembre 2013 at 10:22

    Si paga cara in serie D l”inesperienza,urge difensore esperto e cattiveria sotto porta.La salvezza la si ottiene subendo pochi gol,bel gioco ma 0 punti uguale RETROCESSIONE.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *