Do You Speak Chioggiotto?

Clodiense brutta partenza

Scritto da il 2 settembre 2013 alle 09:09
Clodiense- Del Soldato in palleggio

Due secchiate d’acqua gelida in faccia portano la Clodiense alla realtà di un campionato che si preannuncia piuttosto duro. La Virtus Castelfranco espugna il “Ballarin” con una condotta di gara accorta al cospetto di una Clodiense che pure in avvio aveva fatto ben sperare. E’ bastato però un micidiale uno-due in avvio di ripresa per far sciogliere come neve al sole la squadra granata che dimostra, evidentemente, diversi peccati di gioventù.

Prima della gara omaggi di riconoscenza della Cooperativa Titoli Minori per il presidente granata Ivano Bielo ed il sindaco Giuseppe Casson, per la sensibilità dimostrata nell’accogliere sugli spalti i ragazzi disabili. Le squadre partono, invece, con due schieramenti molto differenti. Mister Pagan disegna la Clodiense con un 4-1-4-1 che prevede Iobbi (ma non è giornata) davanti alla difesa e Ridolfi (recuperato a tempo di record) unico terminale d’attacco. In mediana si rivede Olivieri affiancato da Del Soldato, mentre gli esterni Franciosi e Nicolas Busetto hanno il compito di tagliare verso l’area di rigore per creare superiorità numerica. Nel 4-4-2 di mister Chezzi, invece, Louhichi e Beatrizzotti sono le punte, ma è il devastante Cortese a spaccare spesso la linea difensiva lagunare.

Prende subito in mano il pallino del gioco la Clodiense che però non arriva quasi mai alla conclusione. Per vedere il primo tiro in porta bisogna attendere il 21’ quando, al termine di una azione personale, Franciosi sprigona un rasoterra piuttosto strozzato. La Virtus prende maggiore coraggio ed al 22’ un tiro cross di Beatrizzotti costringe Luca Boscolo alla deviazione in corner. Gran palla di Cortese, al 30’, per l’inserimento di Di Giulio, stoppato all’ultimo da Davide Boscolo Berto. Al 37’ c’è materiale per la moviola: Beatrizzotti salta anche il portiere che lo stende, arriva poi Di Giulio che spara sull’esterno della rete, con l’arbitro che considera chiusa l’azione. Anche Ridolfi termina a terra in area (41’) ma rimedia solo una ammonizione.

Nella ripresa è ancora la Clodiense ad iniziare bene con un paio di opportunità di Franciosi (1’) e Ridolfi (2’), ma poi subisce in sette minuti le due reti che costano la partita. Al 6’: Cortese recupera palla sul fondo su Bellemo ed in scivolata serve Beatrizzotti che prende la mira e mette dentro. Come un pugile toccato duro la Clodiense crolla al 13’: Cortese raccoglie una palla vagante al limite dell’area e batte Luca Boscolo con un preciso rasoterra a giro sul palo più lontano. La Clodiense non si rialza più, ci prova con orgoglio colpendo la traversa con un colpo di testa di Davide Berto sugli sviluppi di un corner, ma è la Virtus in completo controllo a portare a casa i tre punti.

Le voci del dopo gara.

Andrea Pagan (tecnico Clodiense): Trenta minuti di buon livello poi i gol ad inizio ripresa ci hanno condizionato. Non mi è piaciuta la mancanza di reazione, ma se proprio doveva succedere meglio sia accaduto adesso.

Gianluca Franciosi (Clodiense): calo di concentrazione tra il primo ed ils econdo tempo, ma rimango fiducioso sulla bontà di questa squadra.

Luca Boscolo (Clodiense): Eravamo partiti bene, poi il primo gol ci ha fatto sedere ed il secondo ci ha ucciso Stefano Bellemo (Clodiense): Andare sotto ci può stare ma non si deve crollare così. Adesso andiamo a palazzolo a prenderci i tre punti.

Marcello Chezzi (tecnico Virtus): Abbiamo sofferto nel primo tempo ma abbiamo tenuto bene, poi nel secondo con giocate di qualità abbiamo portato a casa i tre punti. E’ un girone duro, con la Lucchese una spanna sopra le altre, ma non esistono squadre materasso.

CLODIENSE-VIRTUS CASTELFRANCO 0-2

Clodiense (4-1-4-1): L. Boscolo; Bellemo, Bianchi, D. Boscolo Berto, Sambo; Iobbi; N. Busetto (29’st. Corradini), Olivieri, Del Soldato (15’st. Ponce), Franciosi; Ridolfi (30’st. E. Busetto). A disposizione: Baldan, Vendrametto, D. Boscolo Gioachina, Schiavon, Dell’Andrea, Bidogia. Allenatore: Pagan.

Virtus Castelfranco (4-4-2): Gibertini; Sacenti, Baldaccini, Tammaro, Di Giulio (43’st. Buldrini); Oubakent, Sassarini, Del Mastio, Cortese; Louhichi (33’st. Occhi), Beatrizzotti (39’st. Dalrio). A disposizione: D’Agostino, Girelli, Nobile, Berselli, Molinari, Formato. Allenatore: Chezzi.

Arbitro: Iorio di Torre Annunziata.

Reti: st. 6’ Beatrizzotti, 13’ Cortese.

Note: giornata calda, terreno in ottime condizioni. Ammoniti: Ridolfi, Sassarini, Louhichi, Dalrio. Angoli: 6-5 per la Virtus Castelfranco. Spettatori: 300 circa. Recupero: 1’pt. e 4’st.

Autore: Daniele Zennaro

Nato a Chioggia il 27 Febbraio 1967. A BCS ricopre il ruolo di direttore responsabile della testata giornalistica radiofonica e partecipa, in qualità di opinionista,  alla trasmissione sportiva del Sabato Mezzogiorno Big Match.

La sua esperienza radiofonica parte nel lontano 1986 dai microfoni di RADIO CHIOGGIA LIBERA quando assieme ad Adolfo Pagan, conduceva un programma che si chiama[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *