Do You Speak Chioggiotto?

“Dopo di Noi”, un anno di accoglienza ed integrazione

Scritto da il 5 agosto 2013 alle 16:08
fiducia-amicizia

È già trascorso un anno, ricco di emozioni e di percorsi significativi, da quando nel luglio del 2012 per la nostra Città è iniziata una nuova esperienza, valoriale e di integrazione con e per l’intera Comunità di Chioggia.

Presso la Comunità Alloggio “Dopo di Noi” in via del Boschetto a Sottomarina, La Cooperativa Titoli Minori di Chioggia in RTI con la cooperativa Emmanuel di Cavarzere e la cooperativa Mea di Vicenza ha dato inizio alle prime accoglienze residenziali, rivolte a persone con disabilità fisica e cognitiva. Grazie alla Direzione dell’Asl 14 e della referente dell’unità operativa Handicap, dott.ssa Loredana Boscolo, si sono attivate significative relazioni e sinergie con l’ente pubblico e con le realtà del privato locale. È stato un intenso e significativo lavoro di integrazione attivato con persone e strutture del territorio sensibili a chi sta vivendo situazioni di disagio.

Nel corso del 2012/2013 sono stati accolti nove utenti provenienti dall’ASL 14, dall’ASL 13 e dall’ASL 19; l’obiettivo principale perseguito e consolidato è stato quello di attivare relazioni e sinergie che sono andate a formare e ad alimentare una forma di solidarietà attiva, di vicinanza e contatto reale, al fine di poter “aprire” la Comunità al territorio e viceversa. Questa forma di accompagnamento e di sensibilità ha permesso, a chi si è reso disponibile, di entrare in contatto diretto con chi vive situazioni di disabilità, e di donare e ricevere momenti di profonda crescita personale, professionale e umana. Grazie alla sensibilità dell’assessorato ai servizi sociali e alle pari opportunità dell’ amministrazione comunale e alla disponibilità di alcuni liberi professionisti ed imprese locali si sono intrapresi percorsi di accompagnamento per gli ospiti disabili e si sono potuti offrire momenti di condivisione e vitalità.

Queste le parole della presidente Valeria Tiozzo:

L’intento che si è cercato di perseguire nel corso di questo primo anno di esperienza è stato quello di comunicare e diffondere una nuova forma di “fare comunità” in cui tutti i protagonisti della società, pubblico, privato e privato sociale, mirano allo stesso obiettivo del benessere delle persone, inteso non come valore economico ma come possibilità di relazione e di pienezza di vita. Lo scorso 24 luglio 2013 la comunità “Dopo di Noi” ha aperto i battenti alla “Comunità” per poter far conoscere alla cittadinanza i momenti salienti di questo primo anno di accoglienze, e condividere il nostro grazie  in primis ai ragazzi accolti, i quali permettono quotidianamente di crescere assieme a loro, rendendo consapevoli che i nostri limiti sono solo punti di partenza e che la disabilità va ben oltre le barriere fisiche e culturali che la nostra società ci impone. È doveroso da parte mia ringraziare, inoltre, tutti gli operatori della comunità, che con professionalità, flessibilità e passione accompagnano nella quotidianità i ragazzi, creando un clima familiare di accoglienza e di rispetto reciproco, mettendosi a loro disposizione, offrendo a questi uomini e a queste donne un sorriso, una pacca sulla spalla, gesti semplici che racchiudono il grande valore della condivisione e del sapersi donare all’Altro.

Comunita dopo di noiObiettivo primario della comunità è stato quello di creare momenti di serenità reciproca, intrisi a volte da momenti di impegno e di grande messa in gioco da parte dello stesso operatore. Grande impegno e dedizione sono stati i cardini del lavoro svolto dal coordinatore della struttura, dottor Giacomo Dal Gesso, e dal referente educativo dottoressa Silvia Bonaldo, che si sono costantemente prodigati per poter avviare la struttura rendendola idonea alle accoglienze, mettendosi in gioco per poter rendere reale e concreto un nuovo vocabolario del vivere comune che dia nuovo significato all’agire quotidiano delle persone.

Autore: ChioggiaTV

ChioggiaTV nasce nell’estate del 2009 come webtv che racconta tutto ciò che di bello accade in città. L’esperienza nel campo della comunicazione di Gianni Nardo, speaker storico e direttore artistico di Radio Bcs, e le competenze tecniche nella realizzazione di immagini e video di Daniele Monaro e Giovanni Rubin (ex Fotografica) si fondono e danno vita ad un prodotto locale nuovo, moderno[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *