Do You Speak Chioggiotto?

Il rap di Routy Miura

Scritto da il 30 luglio 2013 alle 13:07
Routy 3

“Il rap è come uno specchio. Gli butti sopra qualcosa e lui te la rimanda contro.”

Parola di Gianmaria Aletti, in arte Routy Miura, giovane rapper romano, studente presso la Pontificia Università Lateranense di Roma. Quello che colpisce  sono la profondità e l’introspezione che egli riversa nei brani che compone. La filosofia, la fede, le storie in cui si imbatte nella vita lo toccano nell’intimo, facendo “scattare” l’estro artistico, in un binomio di ritmo e di poesia, ingredienti base del genere rap, così popolare tra i giovani di oggi.

In un’intervista spiega così cos’è il rap:

“La parola rap è un acronimo delle parole inglesi Rhythm And Poetry: quindi ritmo e poesia. Questa definizione da una parte esprime l’essenza stessa del Rap, in quanto è palese che il genere si fonda sulla musica e sulle rime, dall’altra non dice quasi nulla, poiché negli anni è come se il suo corso principale avesse generato tanti rami secondari che hanno preso tantissime direzioni. Sicuramente il Rap, in senso proprio, è un genere musicale che nasce dalla sofferenza e dalla voglia di riscatto, tipica dei ghetti in cui ha preso vita negli Stati Uniti. Ovviamente non essendo più un fenomeno solo americano, ma essendosi al contrario esteso in tutto il mondo , si noteranno svariate influenze e stili totalmente differenti a seconda dei paesi. A mio modo di sentire, il rap costituisce quel momento in cui posso dire quello che vivo, quello che penso, quello che percepisco nei confronti di una determinata cosa, cercando di rappresentarla nel migliore dei modi e al contempo tentare di allontanare l’angoscia psicologica e la miseria morale che una parte consistente del nostro mondo sembra generare.”

Casa mia” è primo singolo estratto da “Itaca“, album che uscirà in autunno. E’ stato composto da Gianmaria dopo aver conosciuto da vicino le storie di tanti disperati che, sognando un futuro migliore, hanno perso la vita tra le onde sulle carrette del mare.

“Ed ho sognato un’altra vita dove sorridevo
Ed ho sognato un altro mondo dove io esistevo
Ed ho bruciato i miei ricordi con la nostalgia
E poi ho pregato che sto vento li portasse via
Ed ho cercato un altro posto perché non vivevo
Vorrei parlarvi e poi abbracciarvi solo non vi vedo
Se guardo il cielo chiedo aiuto e spero Dio ci sia
Se guardo in basso grido all’aria questa è casa mia”

Potete seguire Routy sul suo profilo Facebook oppure sul suo canale YouTube, dove potete anche ascoltre anche i 5 brani del suo primo ep.

Autore: Chiara Tiozzo

Sono Chiara, classe 1982 e faccio parte di ChioggiaTV dalla sua nascita.

Lavoro dal 2005 come Architetto Iunior ma qui voglio condividere con voi le mie due grandi passioni: la musica e la fotografia.

La musica è da sempre la colonna sonora della mia vita. Ascolto quasi di tutto anche se il mio più grande amore è il Rock, da cui deriva il mio soprannome di ChiaRock.
Dal[...]

Leggi il resto su .