Do You Speak Chioggiotto?

È scomparso a 79 anni Giorgio Bullo, ricordato come “padre” del ponte del Musichiere

Scritto da il 6 luglio 2013 alle 11:07
saloni

È scomparso il signor Giorgio Bullo, il “padre” del ponte del Musichiere. I meno giovani ricorderanno gli antefatti che precedettero la costruzione del ponte di raccordo tra i Saloni e la Tombola. È ormai riconosciuto che l’impulso decisivo che permise la costruzione del ponte fu dato proprio da Giorgio Bullo che, nel 1958, partecipò alla trasmissione televisiva “Il Musichiere” della Rai. Bullo, in risposta al conduttore Riva che gli aveva chiesto dove lavorasse, gli rispose che il suo impiego aveva sede ai Saloni ma, per raggiungerlo era necessario usare la barca. Riva gli chiese, quindi, perché non venisse realizzato un ponte. Bullo rispose che il ponte era già stato progettato e finanziato, ma mancava il denaro.

Da quel momento, come spiega lo storico locale Sergio Ravagnan, «si registrò un impulso decisivo alla sua realizzazione. Nel giugno del 1960 la direzione Opere Marittime del Genio Civile, in sopralluogo alla nuova area portuale, prendeva atto del sito in cui collocare il nuovo ponte di raccordo tra i Saloni e la Tombola (un ponte a tre pile e due testate del costo di 60 milioni). L’opera venne direttamente finanziata da parte del Consiglio superiore dei Lavori pubblici. L’inaugurazione avvenne il 22 settembre 1963». Il ponte prese il nome di “Nicolò de Conti”, ma venne ribattezzato, informalmente, “Del Musichiere”.

Note
foto www.studioarchmar.it -

Autore: ChioggiaTV

ChioggiaTV nasce nell’estate del 2009 come webtv che racconta tutto ciò che di bello accade in città. L’esperienza nel campo della comunicazione di Gianni Nardo, speaker storico e direttore artistico di Radio Bcs, e le competenze tecniche nella realizzazione di immagini e video di Daniele Monaro e Giovanni Rubin (ex Fotografica) si fondono e danno vita ad un prodotto locale nuovo, moderno[...]

Leggi il resto su .