Do You Speak Chioggiotto?

Volley under 16 femminile: Chioggia incorona Orago

Scritto da il 2 giugno 2013 alle 21:06
Pallavolo under 16 femminile

In un palasport esaurito in ogni ordine di posti il Volley Orago si è laurato campione d’Italia di pallavolo under 16 femminile. La squadra varesina, al suo quarto titolo di categoria (assieme alla Carrarese è la società ad avere vinto più volte), ha infatti superato nella finalissima le friulane della Italsteel Fiume Veneto per 3-2 (25-18, 22-25, 25-20, 20-25, 15-13 i parziali) al termine di una partita tiratissima nella quale le lombarde hanno mostrato di tenere i nervi saldi nella fasi cruciali del match.

Applausi comunque anche per Fiume Veneto che ha sfiorato l’impresa e che ha comunque giocato alla pari con le favoritissime della vigilia. Nel primo set bene in avvio Fiume ma Orago, grazie alla spinta della centrale Vittoria Piani, usciva alla distanza andando poi a vincere il set. Più attento nel secondo set il sestetto friulano che, grazie anche alla precisione nelle battute di Giorgia Fabris, si teneva sempre in vantaggio e, pur soffrendo nella fase centrale della frazione, riusciva a portare a casa il punto del pareggio. Anche il terzo set si mantiene in grande equilibrio con Fiume che scatta e Orago che, come un diesel carbura alla distanza e va a vincere con una schiacciata vincente della solita Piani. Nel quarto set Orago sembra tirare il fiato e Fiume ne approfitta. Le battute della Fabris e gli attacchi sotto rete di Chantal Sani e Aurora Poser tengono a galla la squadra di Chions Fiume Veneto che costringe le lombarde al tie break. Il quinto set si gioca punto su punto ma alla fine trionfa Orago che vince con la testa gli ultimi punti conclusivi e si laurea campione d’Italia.

Tra gli altri piazzamenti da ricordare il quarto posto della Service Med Imoco San Donà battuta nella finale per il terzo posto per 3-2 dalla Pro Patria Milano. San Donà che porta a casa anche il premio di miglior schiacciatrice con Chiara De Bortoli.

Infine da sottolineare come l’organizzazione, affidata al Volley Clodia e alla Fipav Venezia, sia stata assolutamente impeccabile, grazie anche al lavoro del comune di Chioggia e l’ospitalità offerta dalle strutture alberghiere di Sottomarina. Insomma per quattro giorni Chioggia è stata, a buon diritto, la capitale del volley giovanile femminile nazionale.

Note
Foto: Rossano Boscolo

Autore: Daniele Zennaro

Nato a Chioggia il 27 Febbraio 1967. A BCS ricopre il ruolo di direttore responsabile della testata giornalistica radiofonica e partecipa, in qualità di opinionista,  alla trasmissione sportiva del Sabato Mezzogiorno Big Match.

La sua esperienza radiofonica parte nel lontano 1986 dai microfoni di RADIO CHIOGGIA LIBERA quando assieme ad Adolfo Pagan, conduceva un programma che si chiama[...]

Leggi il resto su .

3 Commenti

  1. Cristina Boscolo Chio

    2 giugno 2013 at 21:21

    peccato che nessuno lo sapesse

  2. Loris

    3 giugno 2013 at 07:17

    È’ inutile far vedere tutto bello, palazetto esaurito,organizzazione ok ( poco pubblicizzata nelle scuole e nella città’ da un assesore allo sport fantasma), se poi la struttura non è’ agibile per far giocare una serie C di calcetto a 5.poi andiamo all’isola dell’Unione per fare na corsa e cosa troviamo per la cittadinanza? Porte chiuse perche’data in gestione a privati e pista di atletica scomparsa tra il silenzio +assoluto. poi aggiungo altro? quale è’ il programma estivo delle manifestazioni sportive del 2013 caro assesore?Non era meglio spendere i soldi per migliorare impiantistica, non sarebbe stato meglio portare una nazionale cantanti allo stadio?ahaa dimenticavo assesore, deve sistemare in fretta lo stadio per la Clodiense(panchine e tribuna ospiti)per far contenere 200 persone!!!!non so quale sia la sua cultura sportiva, ma peggio di così’ non può’ andare.

    • Zennaro Daniele

      3 giugno 2013 at 12:59

      Sulla questione dell’impiantistica sportiva possiamo discutere fino domani mattina e mi trova d’accordo su molti punti. Tuttavia non c’entra nulla con l’organizzazione perfetta (e lo abbiamo visto di persona) di una manifestazione che ha portato a Chioggia oltre 700 persone, molte delle quali per la prima volta. Qunado bisogna dire bravi lo si deve fare, punto e basta. Altre cose vanno discusse in altre sedi.
      Daniele Zennaro

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *