Do You Speak Chioggiotto?

«Troppo frastuono», la festa del Pesce Azzurro disturba i residenti

Scritto da il 26 giugno 2013 alle 13:06
festa del pesce azzurro

«Troppo frastuono a causa della festa del Pesce Azzurro». Gli strali del comitato di quartiere di piazza Todaro sono rivolti agli organizzatori della kermesse culinaria che, ogni anno, si svolge a Sottomarina. I residenti si lamentano dell’eccessivo baccano causato dagli avventori della manifestazione e dalla musica ad alto volume. Non sembrano affatto graditi, ai residenti del quartiere, i 16 giorni di festa, che stanno riempiendo piazza Todaro.

«La conformazione della piazza è tale – spiega il portavoce dei residenti Giuseppe Padoan alla Nuova Venezia – che la musica si amplifica raggiungendo dei limiti intollerabili». Questa protesta è alquanto emblematica dello spirito di accoglienza riservato ai turisti da parte degli abitanti di Sottomarina. Gli abitanti vorrebbero un sito diverso dove collocare la kermesse.

Autore: ChioggiaTV

ChioggiaTV nasce nell’estate del 2009 come webtv che racconta tutto ciò che di bello accade in città. L’esperienza nel campo della comunicazione di Gianni Nardo, speaker storico e direttore artistico di Radio Bcs, e le competenze tecniche nella realizzazione di immagini e video di Daniele Monaro e Giovanni Rubin (ex Fotografica) si fondono e danno vita ad un prodotto locale nuovo, moderno[...]

Leggi il resto su .

12 Commenti

  1. Roberta Destro

    26 giugno 2013 at 13:45

    xchè the born usa , il casino del bar in curva di fronte all’altro bar italia , che casino ha fatto … non capisco che itineranza aveva col mito americano mah … le feste qui son solo caos

    • Admin

      26 giugno 2013 at 17:43

      Per fortuna la maggior parte delle persone ha apprezzato il mix, perchè l’alternativa era il nulla. Questa festa è stata organizzato con pochissimo budget grazie alla presenza gratuita e volontaria di molti gruppi locali che forse di americano avevano poco ma hanno di sicuro fatto divertire le molte persone presenti. Le macchine americane comunque erano 10 e forse non ha visto nella piazzetta del Leo il gruppo Urban country che ha ballato per più di due ore. Anche molti mercatini per l’occasione hanno esibito decorazioni americane e molte delle ragazze nei set fotografici erano vestite stile America anni ’50. Se poi uno vuol essere fiscale allora è un altro discorso, ma nella vita per fare le cose bisogna essere anche flessibili sennò si rischia di non combinare nulla. Rispettiamo il tuo punto di vista ma la festa non è stata un caos e per fortuna in molti hanno apprezzato. Saluti.

  2. ChioggiaTV

    26 giugno 2013 at 15:14

    Roberta Destro Io penso che la gente in verità stia diventanto intollerante. Tutti si lamentano di tutto. Si fa qualcosa disturba, non si fa nulla è un mortuorio. In una festa, a detta di tutti, riuscitissima trovare il motivo di lamentarsi è propiro un esempio di quanto la gente sia intollerante. Consideriamo che era un evento unico, della durata di circa tre ore e mezza, finito a mezzanotte. Era così forte il disturbo che ha arrecato? In quale località lei trova delle feste silenziose? Manca solo che qualcuno si lamenti del rumore dei fuochi d’artificio e abbia chiuso il cerchio. Sull’attinenza dell’animazione del bar : era una festa dove erano tutti vestiti in versione Cowboy poi certo la musica era musica d’oggi visto che si tratta di un bar che lavora con i giovani. Siamo in una località turistica al mare ed è normale che d’estate non sia un dormitorio. Se uno vuole il silenzio farebbe bene a trasferirsi in una casa nella prateria vicino la famglia Ingalls

  3. Roberta Destro

    26 giugno 2013 at 16:00

    quel bar non aveva il tema country , sono stata al mito americano di padova era tutta un’altra cosa , a parte che noi non siamo attrezzati x quel genere di feste loro hanno gli stand zona fiera , in ogni caso una festa a tema non è un mix , io sono arrivata tardi giusto x vedere le 4 auto vintage americane l’ho fatto x mia figlia , qui la gente se si lamenta è giusto xchè non c’è sufficiente spazio , se gli suonano sotto casa non hanno torto , io non abito in quella zona, il mio è un punto di vista ,un’osservazione fatta sulla mal gestione certi non capiscono e si mettono a fare cose che non hanno attinenza alcuna , ed era l’unico bar non in tema x me non interessa un granchè le feste di qua appunto il perché trovo meglio in altre città che organizzano meglio in modo + composto , alla fiera campionaria di padova x esempio e ci son andata x 2 volte il venerdì sera hanno fatto festa con dei fuochi d’artificio con musica ed effetti speciali che qui ce li sognamo … beh eravamo tutti composti e tutto a tema , se ragionate così è logico tutti ragionano in questo modo ed è solo caos misto una frittata , contenti voi … ah a proposito spero leggano i signori citati della campagna ….

  4. ChioggiaTV

    26 giugno 2013 at 21:52

    Roberta Destrotu parli della manifestazione di Padova. Sicuramente è molto piú ricca ma forse ti sfugge il fatto che si paga un biglietto d’ingresso. E non costa poco. Quí il conto chi lo dovrebbe pagare? Le macchine non erano quattro, erano 14. Le persone che le hanno portate sono gli organizzatori di Mito america che sono rimasti molto colpiti da Sottomarina e abbiamo giá parlato per fare il prossimo anno un raduno di macchine di quel tipo. Come al solito i chioggiotti non apprezzano ció che viene loro offerto mentre chi viene da fuori guarda tutto con occhi diversi. Sull’animazione fatta al piccadilly io l’ho trovata splendida. Per nulla sopra le righe. Visto che hai giá l’abitudine di andare a divertirti fuori continua pure a farlo credo che ce ne faremo una ragione. Buona serata

  5. Roberta Destro

    26 giugno 2013 at 23:57

    forse non siete informati ,ma quello di cui parlavo, si tratta della FIERA CAMPIONARIA di PADOVA ed è totalmente gratis , ci puoi andare quante volte vuoi e ti gusti tutto il programma compreso quello pirotecnico che è stato davvero super , per divertirsi non sempre si paga , certo qui non c’è lo spazio necessario e altre città offrono di + , al mito americano certo ci andrò ancora ed è gratis pure quello, buona serata a voi.

  6. ChioggiaTV

    27 giugno 2013 at 12:04

    Sei tu che hai parlato di mito america. In quella manifestazione si pagano sette euro. La campionaria è un’altra fiera e francamente paragonare un evento fieristico con una festa di piazza non ha proprio senso . E’ come dire che il calcio e la pallavolo sono lo stesso sport perchè si usa la palla

  7. Roberta Destro

    27 giugno 2013 at 12:06

    beh appunto è tutta un’altra cosa, anche qui non aveva a che fare, informo con lo sconto entri con soli 3,00 euro , gli esempi che ho fatto erano sull’argomento mito americano , e l’altro esempio era appunto sui generi di manifestazioni non sempre pagando ottieni il meglio lo si può ottenere anche gratis tutto qua

  8. ChioggiaTV

    27 giugno 2013 at 12:48

    Roberta mi sa che …dai i numeri… A caso direi… Ridotto costa 5 euro. Ma non tutti pagano ridotto. Moltiplica la gente che c’era sabato per 5 euro e capirai quante belle cose si potevano fare se avessimo potuto fare così. Nella fiera campionaria non paga la gente perchè pagano gli espositori. Molte centinaia di euro a postazione. Mi pare che mescoli tutto senza sapere bene quello di cui stai parlando.

  9. Roberta Destro

    27 giugno 2013 at 14:17

    visto la vostra durezza di cervello e i vari esempi che ho fatto sul senso del divertimento, vi posto la foto del biglietto d’ingresso e poi vedremo chi da i numeri …. e con questo concludo ( punto 1 disturbo della quiete chi ci abita ha ragione a sporgere denuncia, punto 2 mancanza di elesticità chi vive in campagna è una loro scelta infine il vostro modo di esprimervi non è molto educato semmai offensivo )

    • Admin

      27 giugno 2013 at 15:00

      Stamattina abbiamo chiamato gli organizzatori di Tutti inFiera e al telefono ci hanno detto che il prezzo ridotto è 5.00 euro, quindi probabilmente abbiamo ragione entrambi, se il nostro tono ti è sembrato offensivo ce ne scusiamo ma ti ricordo che hai cominciato tu a parlare della nostra festa come caos mescolando fiere dove gli espositori pagano parecchio e che quindi hanno tutto il budget e anche le strutture per fare determinate cose mentre qui, come gia scritto, dobbiamo fare con i mezzi che abbiamo, perchè l’alternativa è non fare nulla. Ciao.

  10. ChioggiaTV

    28 giugno 2013 at 10:03

    ma a noi non ha sporto denuncia nessuno….Tu confondi la festa del pesce azzurro con born in the usa… Non sai cosa dici