Do You Speak Chioggiotto?

La Chirurgia di Chioggia ha fatto il salto di qualità

Scritto da il 18 giugno 2013 alle 18:06
ospedale-chioggia

Maggiore appropriatezza degli interventi, nuove dotazioni tecnologiche, un’equipe motivata e potenziata: in poche parole, la Chirurgia di Chioggia ha fatto un vero e proprio salto di qualità.

L’attività dell’unità operativa guidata da Salvatore Ramuscello (giunto a Chioggia nel 2011) è aumentata del 30% rispetto al 2010.

«L’aumento degli interventi più complessi – spiega il primario – è il segnale più evidente di un reparto che funziona, ma per noi è importante la qualità del lavoro, oltre che la quantità. Ad aiutarci a raggiungere questo risultato soddisfacente ha influito sicuramente la riorganizzazione tra ricoveri ordinari e quelli in Day Surgery e Week Surgery. Inoltre fondamentale è stato anche l’arrivo di nuove apparecchiature chirurgiche come ad esempio la nuova colonna video per laparoscopia ad alta definizione di ultima generazione, che ci ha permesso di aumentare il numero degli interventi eseguiti con questa tecnica nel colon retto, nella colecisti, nei difetti della parete addominale e nelle urgenze. E poi nuove protesi mammarie per la chirurgia della mammella plastica-ricostruttiva, nuovi dispositivi chirurgici per la proctologia”.

Ed in effetti, nel campo della chirurgia oncologica, le statistiche segnano una crescita esponenziale degli interventi (vedi tabella).

Negli ultimi due anni il reparto di Chirurgia ha adottato un nuovo assetto organizzativo mirato alla condivisione multidisciplinare delle patologie chirurgiche più frequenti con altri specialisti sia nell’ambito delle specialità presenti nell’ospedale di Chioggia sia con altre strutture ospedaliere per quelle specialità presenti solo in ospedali di riferimento.

«L’obiettivo principale che ci siamo posti con la Direzione – conferma Ramuscello – è l’incremento della qualità delle prestazioni e quindi della sicurezza del paziente. Ciò sta a significare che il nostro ospedale dà garanzia di un percorso diagnostico-terapeutico idoneo. Per questo motivo non tutte le malattie chirurgiche possono essere trattate a Chioggia. In alcuni casi necessitano di competenze specialistiche e tecnologiche avanzate, disponibili solo in ospedali di riferimento con i quali in questi due anni abbiamo stabilito rapporti di reciproca fiducia e collaborazione (ad esempio con Mestre per quanto riguarda la chirurgia del pancreas, la radiologia interventistica e la medicina nucleare, mentre con Venezia per la chirurgia dell’esofago). Iter dei quali il paziente non deve preoccuparsi, perché in capo al nostro reparto».

«Siamo soddisfatti – commenta il direttore generale dell’Ulss 14 Giuseppe Dal Ben – del doppio binario che è riuscito a percorrere il reparto di Chirurgia: il primo è quello di una maggiore qualità degli interventi, sottolineata anche dai dati sull’appropriatezza (attualmente dell’84% contro il 60% del 2010). Il secondo è quello della sinergia con gli altri ospedali: in un’ottica di sempre maggiore specializzazione, è necessario collaborare con le altre strutture del territorio, per garantire ai pazienti il miglior trattamento possibile».

Autore: ChioggiaTV

ChioggiaTV nasce nell’estate del 2009 come webtv che racconta tutto ciò che di bello accade in città. L’esperienza nel campo della comunicazione di Gianni Nardo, speaker storico e direttore artistico di Radio Bcs, e le competenze tecniche nella realizzazione di immagini e video di Daniele Monaro e Giovanni Rubin (ex Fotografica) si fondono e danno vita ad un prodotto locale nuovo, moderno[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *