Do You Speak Chioggiotto?

Riccardo, cuor di violino. Elettrico!

Scritto da il 15 maggio 2013 alle 10:05
Riccardo Gianni violino elettrico

La mia passione per il violino è nata in circonstanze strane; di solito si pensa che nasca la voglia di suonare uno strumento sin da piccoli, invece la mia fiamma si è accesa quando avevo 15 anni, mentre ero in crociera con la mia famiglia. Quella sera c’era un’orchestra ed il suono del violino sembrava risaltasse più di tutti gli altri, entrandomi non solo nelle orecchie, ma anche nel cuore.

Riccardo Gianni ha quasi 19 anni e suona il violino elettrico da quattro anni presso l’Associazione Lirico Musicale Clodiense a Palazzo Ravagnan.

Da quel giorno in mare è iniziata la sua “scalata alla disperata ricerca delle perfezione” che però, come lui stesso afferma, “non è affatto di questo mondo”.

Riccardo frequenta l’ultimo anno dell’Istituto Tecnico Industriale Augusto Righi, indirizzo edile. Dopo quattro anni di studio, per farsi conoscere di più, grazie anche al supporto ed alla insistenza dei suoi genitori e della sua ragazza,  ha messo dei video su YouTube.

Una delle esperienze più belle della mia vita è stata sicuramente ricevere una lezione da uno dei violinisti più bravi al mondo: Dejan Bogdanovich. Ho imparato molto da lui, e mi ha colpito soprattutto la sua grande umiltà, perchè non è facile eccellere in qualcosa e rimanere allo stesso tempo se stessi.

Riccardo Gianni violino elettricoRiccardo ama alla follia la musica, sia quella classica che quella contemporanea; ha una particolare predilezione per il Metal Folk, in particolare quello finlandese, di cui sono portavoce i Korpiklaani.

Per il futuro Riccardo pensa  di andare all’università per rendersi un giorno indipendente e non pesare più sulle spalle dei genitori e sogna una famiglia con la sua ragazza, che è la persona che in tutto questo iter gli è stata più accanto, sopportando di  studiare con il sottofondo del violino elettrico a tutto volume!

Pur consapevole delle difficoltà da affrontare e senza troppe illusioni, ma con grande passione, Riccardo è determinato a proseguire il suo cammino musicale per far conoscere le sue note nella sua città e fuori.

É bello sognare. L’importante è rimanere con i piedi per terra perchè, come dice uno dei miei personaggi letterari preferiti, Albus Silente, “È’ inutile rifugiarsi nei sogni e dimenticarsi di vivere”.

Autore: Sara Ferro

Mi chiamano Sara, vivo da sempre a Chioggia e sono nata il 12 ottobre 1979.

Lo stesso giorno nel 1492 Cristoforo Colombo scoprì l’America. Dal genovese ho imparato che l’America è quasi sempre dove non te l’aspetti. Lo stesso giorno nel 1938 iniziarono le riprese del film Il Mago di Oz, tratto da uno dei miei libri preferiti. Sono sempre alla ricerca di qualcosa, da qua[...]

Leggi il resto su .

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *